lunedì, Marzo 4, 2024

La proprietà dei Bronzi del Benin viene trasferita dal governo nigeriano all’Oba del Benin

In una mossa che complica ulteriormente la restituzione dei Bronzi del Benin, il governo nigeriano ha ufficialmente riconosciuto l’Oba del Benin, Ewuare II, come proprietario e custode dei manufatti saccheggiati, secondo una dichiarazione presidenziale del 23 marzo. “Secondo la legge annunciata, tutti i manufatti devono essere consegnati all’Oba del Benin, che esercita i diritti del proprietario originale. Ciò riguarda quelli già rimpatriati e quelli ancora da rimpatriare”, si legge in un articolo pubblicato dall’agenzia di stampa online Arise.

Cosa sono i Bronzi del Benin

I Bronzi del Benin sono un gruppo di migliaia di oggetti saccheggiati dalle truppe britanniche nel Regno del Benin durante il XIX secolo. Si ritiene che il bottino superi i 3.000 oggetti totali e comprende statuette, zanne, sculture dei sovrani del Benin e una maschera d’avorio che sono stati dispersi principalmente nei musei europei e statunitensi. Gli inglesi saccheggiarono il Regno del Benin nel 1897, dopo che un esploratore britannico disarmato vi fu ucciso. Il regno fu poi aggiunto al protettorato britannico della Nigeria, che nel 1960 divenne la Repubblica Federale della Nigeria.

La storia

Negli ultimi anni, in particolare, i Bronzi del Benin sono stati al centro di un continuo dibattito sulla restituzione. Questa decisione complica ulteriormente un processo già difficile per le istituzioni occidentali che cercano di restituire questi manufatti, che negli ultimi anni sono passati attraverso il governo nigeriano nell’ambito di processi diplomatici. Alcuni bronzi sono già stati restituiti alla Nigeria, tra cui, più recentemente, quelli che in precedenza appartenevano all’Horniman Museum and Gardens di Londra e alla città di Glasgow in Scozia. I Bronzi di Benin possono anche essere consultati nell’ambito di un database online di recente creazione. Il governatore dello Stato di Edo, Godwin Obaseki, è favorevole a ospitare i Bronzi di Benin presso il Museo di Arte dell’Africa Occidentale di Edo, mentre Ewuare II ha dichiarato che vorrebbe che i bronzi fossero conservati dalla sua famiglia nel museo o nel palazzo reale. Gestito dall’organizzazione no-profit Emowaa Trust, il Museo Edo dovrebbe essere inaugurato a tappe a partire dal 2024. Con il recente passaggio di proprietà, non è chiaro dove risiederanno i manufatti, restaurati o in via di restauro.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles