“La memòria dël temp”: il ‘900 piemontese sul calendario

0
1025
"La memòria del temp", foto tratta dall'Editrice Il punto

Un 2019 all’insegna della storia e della cultura piemontesi col calendario “La memòria dël temp”. Una pubblicazione realizzata da quasi trent’anni che racconta la regione attraverso le immagini e le tradizioni.

In cosa si differenzia il calendario “La memòria dël temp”?

In distribuzione in questo periodo al prezzo di 5,90 euro (anche on line), il calendario piemontèis riunisce le curiosità e le espressioni più diffuse del dialetto regionale. A descrivere consuetudini, vita comunitaria e ricreativa ed eventi come il carnevale di Torino, personalità del mondo della cultura che illustrano gli aspetti propri della regione.  Una selezione delle più frequenti espressioni piemontesi  permette di avvicinarsi al modo di pensare, lavorare e relazionarsi di una popolazione ai tempi prevalentemente contadina. I box del calendario “La memorìa dël temp” sono dedicati alla terminologia utilizzata per indicare una tipologia di vino, o ai primi libri in Piemonte, alle attività del tempo libero e ai mestieri.

Le belle immagini dell’almanacco

Le fotografie del calendario “La memorìa dël temp” 2019 mostrano il Piemonte dal periodo precedente la Seconda guerra mondiale fino agli anni Settanta. La selezione di immagini è pensata per offrire uno spaccato della società della regione del Nord-Ovest. Scatti provenienti da archivi storici diventano il mezzo per tramandare alle nuove generazioni il ricordo di un passato che rivive in alcune situazioni del presente. Mese dopo mese il tempo scorre tra foto d’epoca del carretto del gelataio a Torino, del gioco del Totocalcio o  delle attività di associazioni del capoluogo piemontese, come la Società torinese di sorveglianza. Le pagine scorrono  raduno dei motociclisti del 1938, l’immagine di una merenda in collina o della vigilanza sul Po delle Guardie municipali torinesi. Da 50 anni impegnato nella tutela della cultura regionale, il Centro studi piemontesi è rappresentato con uno scatto del 1969.

Col calendario anche un omaggio

Gli inserti culturali del calendario “La memorìa dël temp” sono dedicati quest’anno ai manicomi torinesi e alla casata dei Savoia. In omaggio insieme al calendario piemontèis anche un almanacco tascabile. Gli appassionati di cultura piemontese o i collezionisti possono richiedere le edizioni precedenti fino al 1990.