Il nuovo video dei Pollock Project

0
517

I Pollock Project ci hanno insegnato che per fare Jazz non c’è bisogno di Chicago ma che le note possono scorrere vibranti anche in una terra lontana ma con una musicalità naturale come quella italiana. Se alla musica viene unita l’arte, il risultato è un’esperienza da vivere a 360 gradi. Il loro ultimo album è Speak Slowly Please, pubblicato da Be Human Record nel 2017. Il primo singolo estratto è L As In A Gift un brano che si muove tutto su un jazz brioso e fresco e un testo d’autore. Il videoclip è stato condiviso a partire dal 5 agosto e ha già avuto riscontri positivi da critica e pubblico. La canzone è stata scritta da Marco Testoni, artista visionario fondatore della band, mentre il testo si avvale della penna di Kay McCarthy, capace di giocare con le parole e ballare con concetti del dono e termini inglesi che cominciano con la lettera L. Tutto è fluido e danzereccio e il video non poteva che modularsi su queste onde.

L As In A Gift è stato girato a Roma, con una sequenza di riprese veloci e ritmate alternate a testi in sovraimpressione e colori arancioni, main theme del video. Compare anche l’attrice Alessia Bellotto, in un piccolo cameo. La canzone è un piccolo capolavoro che merita di essere ascoltato, capace di far dimenticare Despacito e calmare le povere orecchie stuprate dai tormentoni estivi.

I Pollock Project si confermano come una delle più grandi esponenti dell’Art-Jazz, con quattro album in attivo e una serie di premi che ne hanno consacrato il talento (Premio Colonne Sonore 2014 e Top Jazz 2014 – Miglior nuovo talento, solo per citarne alcuni) vede Elisabetta Antonini alla voce, Marco Testoni fondatore e creatore dei brani, Simone Salza al sassofono e Mats Hedberg alla chitarra. Un’esperienza italiana dal sapore internazionale tutto da vivere!

 

Commenti