lunedì, Marzo 4, 2024

Gli scienziati danno il nome di Harrison Ford a una nuova specie di serpente

Il leggendario Indiana Jones interpretato da Harrison Ford poteva odiare i serpenti, ma ora l’attore ha un rettile che porta il suo nome.

Ricercatori tedeschi, americani e peruviani hanno scoperto una nuova specie di serpente nelle Ande peruviane e l’hanno chiamata con il nome della leggenda del cinema Harrison Ford.

L’unico esemplare, un maschio, è stato scoperto mentre prendeva il sole nel Parco Nazionale Otishi del Perù nel 2022. Si tratta di un serpente snello, che misura appena 40,6 cm da adulto, e non è pericoloso per l’uomo.

La Società tedesca per l’erpetologia e l’erpetocoltura (DGHT) ha annunciato il nome Tachymenoides harrisonfordi in riconoscimento delle attività ambientali dell’attore hollywoodiano.

“Questi scienziati continuano a dare il mio nome alle creature, ma sono sempre quelle che terrorizzano i bambini”, ha scherzato Harrison Ford in un comunicato. “Non capisco proprio. Passo il mio tempo libero a fare il punto croce. Canto ninne nanne alle mie piante di basilico perché non abbiano paura della notte”.

Harrison Ford si riferiva al fatto che nel 1993 una nuova specie è stata chiamata in suo onore: la Calponia harrisonfordi, un ragno californiano.


L’attore 81enne ha ringraziato i ricercatori per questo recente onore: “Davvero, questa scoperta è umiliante. Ci ricorda che c’è ancora molto da imparare sul nostro mondo selvaggio e che gli esseri umani sono solo una piccola parte di una biosfera incredibilmente vasta”.

“Su questo pianeta, tutti i destini sono legati e, al momento, un milione di specie sono sull’orlo dell’oblio”, ha aggiunto l’attore americano. “Abbiamo un mandato esistenziale per riparare il nostro rapporto interrotto con la natura e proteggere i luoghi che sostengono la vita”.

Uno dei ricercatori, Edgar Lehr, professore di biologia all’Illinois Wesleyan University, ha dichiarato: “Per un biologo, descrivere una nuova specie e renderla pubblica con il suo nuovo nome è una delle attività più vitali durante la crisi della biodiversità”.

“Speriamo che il nuovo serpente aumenti la consapevolezza dell’importanza del lavoro biologico sul campo per scoprire l’ignoto – un processo spesso avventuroso e costoso che richiede un maggiore sostegno finanziario da parte delle agenzie di finanziamento. Solo gli organismi conosciuti possono essere protetti”, ha aggiunto.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles