sabato, Giugno 22, 2024

Fondazione Raffaele Cominelli: gioielli in mostra

Il 10 Giugno alle 18.30 inaugura allo spazio di Monza LeoGalleries in via De Gradi 10, la mostra di gioielleria contemporanea di ricerca provenienti dalla Fondazione Raffaele Cominelli. La mostra è curata da Rita Marcangelo e Rosanna Padrini Dolcini. Saranno esposti 85 raffinati gioielli, opere di artisti quali: Montebello, Lisca, Vigna, Adam, Nagano. Tra i pezzi della collezione spicca un bracciale di Marjorie Schick, donato all’istituzione da Helen W. Drutt English.


Gem Dior: Cara Delevingne sfoggia i nuovi gioielli


Che tipo di approccio ai gioielli ha la Fondazione Raffaele Cominelli?

Dimostra sensibilità e attenzione alle nuove forme espressive e opere in partnership con AGC Associazione Gioiello Contemporaneo. Da sempre cura l’aspetto scientifico e organizzativo, a partire dalla prima edizione del Premio Fondazione Cominelli nel 2010 a Cisano di San Felice del Benaco (BS). La raccolta ad oggi comprende 84 gioielli provenienti da 25 paesi, sia europei che extra europei. Nuove acquisizioni arricchiranno sempre più la collezione, nell’ottica di un “project in progress” aperto a tutti i nuovi sguardi sulla gioielleria contemporanea. La Collezione ha avuto origine nel 2011 inizialmente a cura della Storica del Gioiello Bianca Cappello. Dal 2012 la selezione delle opere è stata affidata a Rita Marcangelo, Direttrice della Galleria Alternatives di Roma.

La donazione di Helen W. Drutt English

Tra le più importanti collezioniste di gioiello contemporaneo, ha donato al Museum of Fine Arts di Houston 800 pezzi della sua collezione. Inoltre, è membro del Consiglio di amministrazione del Museo del Gioiello Lalaounis di Atene (Grecia).
La famiglia Schick le ha chiesto di affidare le opere dell’artista a musei e collezioni permanenti che le fossero più meritevoli per importanza e qualità. La Fondazione l’ha quindi invitata a selezionare i partecipanti del premio Cominelli nell’edizione del 2017 – 2018. Si è così innamorata del luogo e del progetto, tanto da decidere di donare alla Collezione Permanente un bracciale di Marjorie Schick.

L’arte del gioiello per la Fondazione Raffaele Cominelli

L’ampiezza degli ambiti di ricerca, delle forme stilistiche e delle soluzioni tecniche adottate, dimostra la vivacità e l’eclettismo di un’arte che si arricchisce di significati. Offre opere realizzate con materiali sia pregiati che alternativi, la cui preziosità compositiva e cromatica è data dalla mano dell’autore. Il percorso espositivo è articolato in quattro macro aree tematiche: gioiello concettuale, gioiello di design, gioiello di ricerca storica e di ricerca estetica. La suddivisione è concepita per guidare il visitatore in una panoramica ragionata e comprensiva dell’esposizione, fornendo strumenti utili a una corretta analisi e lettura delle opere.

Il progetto Addicted

Il 16 giugno alle 18.30 è quindi in programma un evento incontro con le curatrici per presentare le attività della Fondazione Cominelli e un descrivere i gioielli esposti. La mostra è organizzata e realizzata dal progetto Addicted che sarà presentato ufficialmente per l’occasione. Si tratta infatti di una nuova realtà nata per far conoscere e sostenere il mondo del gioiello contemporaneo e d’artista. Le responsabili dell’iniziativa commentano l’evneto negli spazi della Leogalleries. “Viene esposta una delle rare collezioni pubbliche dedicate al gioiello contemporaneo. L’obiettivo è documentare, valorizzare e diffondere al grande pubblico la conoscenza di questo specifico settore della creatività”.

La collaborazione con LABA Brescia

“A presentare l’idea di Addicted, le sue scelte e le sue finalità in occasione dell’inaugurazione della mostra, sarà la storica dell’arte Simona Bartolena. Partecipano Laura Gadda, Elena Guerini e Daniela Porta, fondatrici di questa nuova realtà e tutte già attivissime nel mondo dell’arte”. Sempre in un’ottica di contaminazioni artistiche, il progetto si arricchisce della collaborazione con l’Accademia LABA di Brescia che ha realizzato i video ritratti di alcuni degli autori presenti nella Collezione. Hanno infatti lavorato gli studenti del Corso di Graphic Design sotto la guida del Professor Dario Bellini. I gioielli della collezione sono visibili al link di Agc.it. L’esposizione è visitabile fino al 2 luglio dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Immagine da cartella stampa.

Odette Tapella
Odette Tapella
Vivo in piccolo paese di provincia. Mi piace leggere, fare giardinaggio, stare a contatto con la natura. Coltivo l'interesse per l'arte, la cultura e le tradizioni.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles