giovedì, Febbraio 29, 2024

Film sull’Olocausto: Shindler’s List e La vita è bella

L’Olocausto è stata la persecuzione continua, organizzata dallo Stato, e con la morte di sei milioni di ebrei europei  per mezzo del regime nazista tedesco, dei suoi alleati e dei suoi collaboratori. Ha avuto luogo in tutta l’Europa tra il 1933 e il 1945. L’Olocausto, in quanto genocidio degli ebrei, è identificato più correttamente con il termine Shoah, che ha trovato ragioni storico-politiche nel diffuso antisemitismo secolare.

Shindler’s List

E’ un film drammatico, parla della guerra , è stato girato nel 1993 da Steven Spielberg,  con Liam Neeson e Ben Kingsley e dura 195 minuti. E’ ispirato al romanzo La lista di Schindler di Thomas Keneally e basata sulla biografia di Oskar Schindler, la pellicola ripercorre il dramma della Shoa. Dopo che la Germania ha invaso la Polonia, gli ebrei vengono relegati in un ghetto. Oskar Shindler ( Liam Neeson) , un imprenditore tedesco, coglie l’occasione per trarre vantaggio personale e avviare una fabbrica. La fabbrica è impiegata nella produzione di tegami e pentole con cui rifornire l’esercito tedesco. Schindler intreccia una rete di contatti e ottiene la protezione delle SS. SI avvale della collaborazione del contabile ebreo Itzhak Stern (Ben Kingley), che lo aiuterà a trovare i soldi necessari per l’attività, e di un giovane impiegato nel mercato nero, che reperirà per lui gli oggetti con i quali corrompere e ottenere favori.

Oskar Schindler e il tentativo di salvare gli ebrei

In un tentativo disperato, di salvare gli ebrei, l’imprenditore compra, uno ad uno, gli operai compilando una lista di nomi con Stern (la lista di Schindler). Da questo momento tenterà in ogni modo e fino all’ultimo spicciolo in suo possesso di salvare quante più vite possibile, ottenendo la riconoscenza dei superstiti del popolo ebreo.

La vita è bella

E’ un film di genere commedia, drammatico del 1997, diretto da Roberto Benigni . Uscito al cinema il 18 dicembre 1997 e dura 110 minuti. La vita è bella  è un film ambientato negli anni della Seconda Guerra Mondiale e quelli che la precedono. Guido Orefice (Benigni), un uomo toscano di origini ebraiche, si trasferisce ad Arezzo insieme al suo amico Ferruccio. Durante il viaggio conosce la sua “principessa”, maestra elementare dal volto incantevole Dora. Una volta arrivato ad Arezzo, Guido è ospite dello zio che gli trova lavoro come cameriere nell’Hotel in cui anch’egli lavora. Un giorno, Il dottor Lessing, un medico tedesco appassionato di indovinelli come Guido e così diventano amici. Guido e Dora si sposano e nascerà il piccolo Giosuè. Tutto inizia a cambiare quando, proprio il giorno del compleanno del bambino, Giosuè e Guido vengono catturati con lo zio Eliseo dai nazisti e deportati in un lager. Quando Dora scopre l’accaduto, pur non avendo origini ebraiche, si fa anch’essa deportare nello stesso luogo, al fine di riunirsi a loro.

Guido e il gioco della vincita di un vero carrarmato

La vita nel lager è tremenda, ma Guido per tutelare il figlio, trasforma la situazione tragica in un gioco: se rispetti le regole vinci un vero carro armato. Guido, fa finta di capire il tedesco, fa da interprete ai prigionieri e traduce a suo modo le regole del campo come se fossero le regole di un reale gioco a premi. Durante una visita medica Guido incontra il suo vecchio amico Lessing, che lo salva dalla camera a gas e gli affida il ruolo di cameriere ad una cena di ufficiali tedeschi.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles