All’Emirates Stadium va in scena l’atteso match tra Arsenal e Milan, valido per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League.

Una partita per poter ancora sperare nel sogno  Europa League: è questo che sperano gli uomini di mister Gattuso, che vogliono buttare  il cuore oltre l’ostacolo e provare a ribaltare il 2-0 subito a San Siro.

Match fondamentale anche per i Gunners, che vogliono dare una svolta ad una stagione finora anonima. Il passaggio del turno sarebbe un bel traguardo per gli uomini di Wenger.

Per quanto riguarda le formazioni, l’Arsenal schiera il 4-4-1-1, con Ospina in porta. Bellerin, Mustafi, Koscielny e Monreal vanno in difesa, con Ozil, Ramsey, Xhaka e Mkhitaryan in mediana. Wilshere agirà dietro l’unica punta Danny Welbeck.

Gennaro Gattuso risponde con un 4-4-2. Donnarumma tra i pali, con Borini, Bonucci, Romagnoli e Rodríguez in difesa. Suso, Kessié, Montolivo e Çalhanoğlu saranno i quattro centrocampisti, con Cutrone e Silva che andranno a sistemarsi in attacco.

Parte fortissimo il Milan, che dopo appena 45 secondi sfiora il gol con André Silva: Suso serve Borini, che appoggia al portoghese pronto a calciare. La sfera esce di pochissimo a lato.

All’11’ primo cambio del match: Koscielny abbandona il terreno di gioco per problemi alla schiena, al suo posto Chambers.

Al 25’ occasione Gunners con Welbeck: il numero 23 accelera sulla sinistra e calcia, Donnarumma si fa trovare pronto e respinge.

Al 36’ i rossoneri passano in vantaggio grazie ad un eurogol di Hakan Calhanoglu:  il numero 10 prende palla dai 30 metri e calcia, beffando Ospina con un gran tiro dalla distanza.

1 minuto più tardi Donnarumma compie una super parata su Ramsey: il numero 8 calcia subito, ma il numero 99 si oppone con un ottimo intervento.

Al 38’ viene assegnato dal giudice di porta un calcio di rigore inesistente per la squadra di casa: Rodriguez nella corsa tocca appena Welbeck, che si lascia cadere platealmente. Nonostante le proteste dei rossoneri – Donnarumma si becca anche un giallo – Welbeck si presenta sul dischetto spiazzando il portiere milanista.

Sul ribaltamento di fronte, il Milan lamenta un tocco di braccio in area di Chambers. il direttore di gara lascia correre.

Sul finire del primo tempo, Arsenal vicino al gol in due occasioni: prima Mkhitaryan gira di testa mandando la palla di poco a lato, poi Donnarumma compie un ottimo intervento su Wilsheere bravo a calciare dal limite.

A inizio secondo tempo, ancora Gunners pericolosi con Mkhitaryan – bravo il portiere rossonero a deviare in corner – e Mustafi.

Al 54’ occasione Milan con SusoRodriguez mette in mezzo un buon pallone, il numero 8 calcia di prima intenzione, il pallone esce di pochissimo.

1 minuto più tardi Arsenal vicino al gol con Ramsey: il numero 8 arriva a rimorchio e calcia, ma il suo tiro si perde alto sopra la traversa.

Al 59’ gran palla gol per i rossoneri con Cutrone: gran cross di André Silva, il numero 63 prova una mezza rovesciata ma il pallone esce di poco.

Al 71’ vantaggio Arsenal con Xhaka: il numero 29 calcia dalla distanza e trova l’angolo. Papera di Donnarumma che interviene, ma il pallone termina direttamente dalla parte opposta.

Prima del fischio finale c’e spazio anche per il tris dei GunnersWilshere, dalla sinistra, prova un gran cross, Ramsey colpisce ma Donnarumma salva. Sulla ribattuta Welbeck appoggia di testa e non sbaglia.

Finisce il match sul punteggio beffardo di 3-1. L’Arsenal si qualifica per i quarti di finale della competizione, con un risultato complessivo di 5-1. Il Milan saluta la competizione, ma in questa sfida i rossoneri hanno espresso un buon calcio.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here