Empoli – Bologna 3-1. Diluvio al Castellani

0
350

 

Empoli in cerca di punti salvezza, tallonato in classifica dal Crotone, le due squadre sono separate da solo 4 punti. I padroni di casa per evitare la retrocessione hanno un solo risultato nel mirino, la vittoria. Bologna che nel giorno in cui saluta Blerim Dzemaili (in partenza per Montreal) si presenta ad Empoli con 800 tifosi al seguito e una vittoria per 4-0 contro l’Udinese nella precedente giornata di campionato.

PRIMO TEMPO: Calvarese fischia l’inizio della partita ed in contemporanea comincia anche a piovere. Padroni di casa che partono forte e dopo 5 minuti si portano in vantaggio sugli sviluppi di un calcio di punizione. Pallone che spiove in area di rigore dove Costa in contrasto di testa con Mbaye devia il pallone nella zona del capitano Croce, libero da marcatura l’attaccante dell’Empoli segna indisturbato.

Bologna che non ci sta e reagisce subito molto bene. All’11’ il cileno Pulgar apre molto bene per Verdi, che dopo aver domato la palla non ci pensa due volte e punta il suo diretto avversario accentrandosi. Dopo aver fintato un paio di volte il tiro, trova con il mancino un gran angolo e batte Skorupski.

Empoli che sembra avere più voglia e motivazioni e lo dimostra continuando a spingere sul pedale dell’acceleratore, costringendo Mirante a compiere due veri e propri miracoli. Proprio a pochi minuti dallo scadere del primo tempo l’Empoli torna in vantaggio con l’ex della Fiorentina Pasqual. Il terzino toscano riceve palla e dopo aver fatto un paio di metri (ancora una volta indisturbato) calcia molto bene togliendo le ragnatele dal sette, si può definire il gol della domenica.

SECONDO TEMPO: La ripresa comincia così come era finita la prima metà di gioco, ovvero con il Bologna nullo e l’Empoli alla ricerca del gol che chiuderebbe il match. Non passano neanche due minuti e su calcio d’angolo avviene l’ennesima disattenzione difensiva rossoblù, la palla rimbalza pazza in area dove arriva prima l’ex Costa che batte Mirante per la terza volta.

La partita continua senza una minima reazione da parte degli ospiti, che sotto la pioggia incessante continuano a subire gli attacchi dell’Empoli, l’unico che riesce ad arginarli è Mirante. L’unico pericolo che il Bologna crea nella ripresa avviene a pochi minuti dalla fine della partita, quando un deludente Destro tenta un tiro da fuori area, parato senza grossi patemi da Skorupski.

Empoli che vince senza faticare troppo mantenendo il distacco accumulato in classifica nei confronti del Crotone, per i toscani salvezza non ancora matematica ma sempre più vicina. Bologna che propone un’altra prestazione grigia e offensiva nei confronti dei circa 800 tifosi che sotto il diluvio hanno seguito la squadra e cantato per più di due ore. Una delle poche note positive rimane la crescita di Simone Verdi.

Empoli (4-3-1-2): Skorupski, Laurini (64’  Veseli), Bellusci, Costa, Pasqual, Mauri (88’ Jakupovic), Diousse, Croce, El Kaddouri, Pucciarelli, Thiam ( 75’ Maccarone)

Allenatore: Martusciello

Bologna (4-3-3): Mirante, Krafth, Gastaldello (67’ Masina) , Maietta, Mbaye, Taider (50’ Petkovic), Donsah, Pulgar, Krejci (74’ Okwonkwo) Destro, Verdi

Allenatore: Donadoni

Arbitro: Calvarese

Marcatori: 5′ Croce, 11′ Verdi, 38′ Pasqual, 47’ Costa

Ammoniti: Krejci, Gastaldello, Pasqual

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here