Divi & serie tv: Tanti auguri a Lena Headey

0
259
Lena Headey

Lena Kathren Headey, nata ad Hamilton, capitale dell’Isola delle Bermuda, nel 1973, spegne oggi 46 candeline. L’attrice e doppiatrice inglese è nota soprattutto per le sue interpretazioni della regina di Sparta Gorgo nel film 300 e nel seguito 300 – L’alba di un impero; della regina Cersei Lannister nell’iconica serie televisiva Il Trono di Spade; e di Sarah Connor nel serial Terminator: The Sarah Connor Chronicles. Proprio grazie ad alcuni di questi ruoli ha ottenuto sin qui le seguenti nomination: 2 al Premio Emmy (nel 2014 e nel 2018 come “Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica” per Il Trono di Spade), una all’MTV Movie Awards (nel 2007 come “Miglior performance rivelazione” per 300) ed una al Teen Choice Award (nel 2007 come “Miglior attrice in un film d’azione” per 300). L’attrice si è sin qui resa protagonista di una lunga carriera che l’ha portata a recitare ruoli diversissimi tanto per il cinema quanto per la tv.

La carriera cinematografica

Lena debutta al cinema neanche ventenne recitando una particina in Waterland – Memorie d’amore (Stephen Gyllenhaal, 1992). L’anno seguente ha ottenuto un altro piccolo ruolo in Quel che resta del giorno (James Ivory, 1993), mentre nel 1994 guadagna finalmente il suo primo ruolo importante, quello di Kitty nel film della Walt Disney Mowgli – Il libro della giungla di Stephen Sommers. Negli anni successivi recita in: Grotesque (John-Paul Davidson, 1995), Face (Antonia Bird, 1997), Mrs. Dalloway (Marleen Gorris, 1997), Due volte ieri (María Ripoll, 1998; in cui ha il ruolo di protagonista), Onegin (Martha Fiennes, 1999), Aberdeen (Hans Petter Moland, 2000; in cui è ancora protagonista e grazie al quale vince il Silver Iris Award allo European Film Festival di Bruxelles) e Gossip (Davis Guggenheim, 2000; l’attrice qui è finalmente protagonista anche di un film hollywoodiano). Ad inizio nuovo millennio prende parte a: Un’insolita missione (John Duigan, 2001), Anazapta (Alberto Sciamma, 2002), Possession – Una storia romantica (Neil LaBute 2002), Il gioco di Ripley (Liliana Cavani, 2002) ed Actors (Conor McPherson, 2003). Nel 2005 torna di nuovo protagonista prima in Il nascondiglio del diavolo – The Cave (di Bruce Huntcon), poi in I fratelli Grimm e l’incantevole strega (di Terry Gilliam; col ruolo di Angelika accanto a Matt Damon, Heath Ledger e Monica Bellucci), ed infine in Imagine Me & You (commedia romantica di Ol Parker). La svolta della carriera per l’attrice avviene nel 2007, anno in cui viene scelta dal regista Zack Snyder per interpretare la Regina Gorgo nell’ormai iconico 300, basato sulla graphic novel di Frank Miller: il ruolo le regala una notevole popolarità in ambito cinematografico, nonché il plauso della critica per l’interpretazione della regina degli Spartani. Nello stesso anno è anche co-protagonista di The Contractor – Rischio supremo (di Josef Rusnak), mentre l’anno seguente esce al cinema col biopic tedesco Il barone rosso (Nikolai Müllerschön, 2008) e col thriller psicologico Rotto (Sean Ellis, 2008). Nel 2012 ha lavorato in Dredd – Il giudice dell’apocalisse (di Pete Travis; si tratta del secondo adattamento cinematografico tratto dall’omonimo personaggio dei fumetti ideato nel 1977 da John Wagner e Carlos Ezquerra), nel 2013 è comparsa in Shadowhunters – Città di ossa (di Harald Zwart; film basato sul primo romanzo della saga di Cassandra Clare in cui Lena ha avuto il ruolo di Jocelyn Fray, cacciatrice di demoni e madre della protagonista della storia, Clarissa Fray), ed è stata tra i protagonisti principali del pressante La notte del giudizio (in originale The Purge, di James DeMonaco, 2013), nel 2014 è tornata a vestire i panni della regina Gorgo in 300 – L’alba di un impero (di Noam Murro), nel 2016 è comparsa in PPZ – Pride + Prejudice + Zombies (Burr Steers, 2016), ed infine nel 2019 è stata co-protagonista di Una famiglia al tappeto (Stephen Merchant, 2019).

La Headey ha anche ambizioni registiche. Ad ora ha infatti due progetti di film da dirigere, per la cui realizzazione sta aspettando solo i giusti finanziamenti. Le due possibili future pellicole sono la commedia The Sophisticates ed il thriller Kill Drug (in cui reciterà anche).

Le serie televisive: Terminator: The Sarah Connor Chronicles ed Il Trono di Spade

Lena ha lavorato parecchio in televisione a cavallo della prima metà degli anni novanta apparendo spesso in serie televisive o in film TV. Poi nel 1998 ha preso parte alla miniserie in 2 puntate Merlino. Si arriva così ai due ruoli televisivi che l’hanno resa celebre sul piccolo schermo. Dal 2008 al 2009 ha interpretato Sarah Connor, uno dei personaggi più iconici della storia del cinema, nella serie Terminator: The Sarah Connor Chronicles, che ha portato in televisione le vicende appunto di Sarah Connor e di suo figlio John in seguito agli eventi narrati in Terminator 2 – Il giorno del giudizio (James Cameron, 1991). La serie, che debuttò con ascolti da record, chiuse la seconda stagione con un brusco calo d’ascolti, così, nonostante gli sforzi e l’affetto dimostrato dai fan, venne cancellata dopo i 31 episodi realizzati. Nonostante la prematura cancellazione la serie è considerata una delle serie televisive più innovative ed intelligenti degli ultimi tempi, ed anche l’interpretazione di Lena Headey è stata apprezzata da critica e pubblico. I fan ancora oggi portano avanti diverse campagne nella speranza di veder realizzata una terza stagione o quantomeno un film TV conclusivo. L’altro ruolo televisivo che l’ha resa celebre, probabilmente ancora di più del primo, è stato quello della spietata regina Cersei Lannister, feroce ed ambiguo personaggio della serie cult Il Trono di Spade, show appena terminato e durato la bellezza di 8 stagioni, prodotte dal 2011 al 2019, in cui il personaggio della Headey è stato uno dei pochi a sopravvivere sin dall’inizio della serie (impresa notevole vista la tendenza dei personaggi a morire come mosche nell’arco delle puntate). Il ruolo le ha conferito universalmente notevole popolarità, anche se il personaggio, per ovvie ragioni, non è stato particolarmente amato.

Tanti auguri Lena!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here