Città di Baku: alla scoperta della capitale dell’Azerbaigian

Baku è una delle sedi di Euro 2020, il torneo itinerante. Andiamo a scoprire quali sono le bellezze storico-culturali della capitale dell'Azerbaigian.

0
1903
Città di Baku Azerbaigian
Cosa c'è da vedere a Baku, capitale dell'Azerbaigian.

Finalmente, dopo lo stop forzato dello scorso anno per l’emergenza coronavirus, hanno preso il via i campionati europei di calcio. Il torneo sarà itinerante e si disputerà in diverse sedi. Tra queste vi è la città di Baku, capitale dell’Azerbaigian. Situata sotto il livello del mare e bagnata dal Mar Caspio, vi si arriva dall’Italia con un volo della durata di circa 4-5 ore. Andiamo a scoprire quali sono le caratteristiche e le bellezze storico-artistiche della capitale azera.

Attualmente la città di Baku si presenta come un affascinante connubio fra splendore moderno e tradizione derivante dalla sua storia. Molti la definiscono come una sorta di Dubai europea, anche se rispetto alla città degli Emirati Arabi Uniti coniuga maggiormente il lusso a monumenti ed edifici storici. Vediamo dunque quali sono le principali caratteristiche della capitale dell’Azerbaigian.

I luoghi da visitare della città di Baku

Conoscere meglio la città di Baku vuol dire partire innanzitutto dalla cosiddetta Città Vecchia che è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità Unesco. Le sue mura delimitano il confine antico che, secondo alcuni storici, risale all’XI secolo, anche se altri studiosi sostengono che si possa arrivare fino al VII secolo. In questa zona sono presenti degli edifici-simbolo del centro urbano, come ad esempio la Maiden Tower nella quale vi è un museo che racconta l’evoluzione nel tempo di Baku. Suggestivo anche il Palazzo degli Shirvanshah che prende il nome dalla famiglia che ha guidato questo Paese per circa 700 anni. Su tutti, però, si erge la bellissima moschea risalente al XV secolo.

Il Museo del Tappeto è molto famoso perché al suo interno i visitatori possono ammirare i preziosi tappeti azeri ed altri oggetti della rinomata arte della tessitura della capitale dell’Azerbaigian.

Simbolo della città di Baku moderna sono le Flame Towers, tre grattacieli a forma di fiamme dalle altezze differenti. Il più alto tocca quota 190 metri. Qui si trova il Fairmont Hotel, uno degli alberghi più lussuosi, e c’è anche un pizzico di Italia con una concessionaria della Lamborghini. Questo è anche un ottimo posto dove pensare di avviare un’attività. Cosa che diventa facile anche grazie all’aiuto di società come Money Brighter.

Il Centro Heydar Aliyev è un’area di grande valenza culturale, il cui nome è dedicato ad un ex presidente dell’Azerbaigian. I turisti possono ammirare un edificio dalle linee futuristiche, nato da un’idea dell’architetta iracheno-britannica Zaha Hadid. Si caratterizza per le sue pareti curve che rappresentano appieno l’arte innovativa moderna.

Quando ci si sposta verso la Inner City della zona vecchia di Baku, ci si imbatte nel Museo dei libri in miniatura. L’ente è entrato nel Guinness dei primati perché ospita la collezione più grande al mondo di volumi in miniatura.

Destinazioni segrete della Lituania

Ricordiamo infine che, qualora ci si volesse concedere una vacanza nella città di Baku, per accedere in Azerbaigian è necessario munirsi di un visto la cui validità può variare da tre giorni a tre mesi. Il documento deve essere necessariamente utilizzato entro un mese dal giorno in cui è stato rilasciato.