Cawthorn definisce prigionieri politici i rivoltosi del 6 gennaio

0
322
Madison Cawthorn

Il membro del Congresso GOP, Madison Cawthorn, ha definito le persone arrestate per l’assalto a Capitol Hill del 6 gennaio “prigionieri politici”. Ha inoltre affermato che vorrebbe trovare un modo per farli evadere. Cawthorn ha poi definito illegittimo il presidente Biden e ha avvertito che ci potrebbe essere altra violenza se i sistemi elettorali continuano ad essere truccati.

Cosa ha affermato Madison Cawthorn?

Mentre in America la democrazia si sta sgretolando, tra diritti di voto calpestati, legislatori che chiedono le dimissioni di loro colleghi e procuratori generali che si comportano a giudice, giuria e boia, i repubblicani continuano indisturbati a fare dichiarazioni agghiaccianti sul 6 gennaio. L’ultima arriva dal membro del Congresso Madison Cawthorn, il quale ha definito le persone arrestate per l’assalto a Capitol Hill “prigionieri politici”. Ha anche affermato che vuole cercare un modo per farli evadere. Cawthorn ha fatto queste affermazioni durante un evento con i sostenitori che è stato trasmesso in streaming su Facebook dal partito repubblicano della contea di Macon.

Durante l’evento, che ha incluso una sessione di domande e risposte con gli elettori, Cawthorn ha messo in dubbio la legittima vittoria elettorale di Biden. Inoltre ha avvertito che ci potrebbe essere altra violenza “se i nostri sistemi elettorali continuano ad essere truccati e continuano a essere rubati”. “Ha detto: “Possiamo davvero fidarci del nostro sistema di voto? Perché chiunque dica che Joe Biden è stato eletto legittimamente sta mentendo. Abbiamo visto tutti la frode. Era in bella mostra davanti a noi, sappiamo tutti che è stata un’elezione rubata”.

Le altre parole deliranti di Cawthorn

Durante il resto delle sue osservazioni, Cawthorn ha affermato che i democratici stanno “progettando di distruggere tutto ciò in cui crediamo“, “vogliono togliere i giubbotti antiproiettile agli uomini che indossano l’uniforme. Infine, che “vogliono portare via i nostri figli e metterli in campi di indottrinamento, non li chiamo nemmeno più scuole pubbliche”. Ha anche affermato che Biden è “in un declino cognitivo mentale così evidente da non essere in grado di svolgere i doveri del suo ufficio”. Ha quindi chiesto di rimuovere Biden tramite il 25° emendamento, avvertendo che i repubblicani non possono aspettare fino al 2024 per rimuovere Biden dall’incarico.

Le dichiarazioni del portavoce

Luke Ball, un portavoce di Cawthorn, ha cercato di chiarire le parole del legislatore. Ha affermato che Cawthorn “vuole un giusto processo per i prigionieri” e “non stava sostenendo alcuna forma di azione illegale, ma solo che ricevessero un giusto processo”. Ball ha anche chiarito che Cawthorn “non sta lavorando attivamente su alcuna ‘protesta’ o ‘piano’ per portare le persone a Washington“. Il portavoce ha inoltre sottolineato che le affermazioni secondo cui ci potrebbe essere uno “spargimento di sangue” avevano lo scopo di invitare a ripristinare la fiducia nelle elezioni come un modo per evitare la violenza. 


Leggi anche: Madison Cawthorn afferma che Biden vuole rubare le Bibbie