Camminata tra gli olivi –Uno  Chef stellato  a Dogana Aragonese  per le pregiate cultivar d’Irpinia

0
602

 

Per gli appassionati degli argentei paesaggi olivicoli e dell’olio, domenica 28 ottobre, sarà possibile  concedersi una “Passeggiata  tra gli olivi”, grazie alla Giornata nazionale dedicata a queste piante secolari che, nell’“Anno del Cibo italiano”, torna per la seconda edizione con tanti nuovi itinerari .

La manifestazione, organizzata dall’associazione “Città dell’olio” per incentivare l’oleoturismo, vede,  il coinvolgimento di 122 comuni e 18 regioni italiane. Per scegliere quale percorso seguire, basta andare sul sito www.camminatatragliolivi.it

L’olio come chiave di lettura dei territori italiani per generare innovazione nella tradizione e nuove relazioni tra turista produttore e territorio ma anche territorio didattico, sono previste molte visite da parte di scuole di vario ordine e grado . Ma anche famiglie e appassionati, un modo per far conoscere il paesaggio di una grande civiltà millenaria e per far scoprire la cultura enogastronomica del nostro paese che ha come base l’olio d’oliva. L’Associazione Nazionale Città dell’Olio, con i suoi 322 soci tutti enti pubblici è da sempre impegnata nella tutela del territorio olivicolo e nella programmazione territoriale e  da tempo si batte per la valorizzazione dei paesaggi olivicoli e per l’inserimento di aree territoriali olivicole delle Città dell’Olio nel prestigioso Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici del Ministero delle Politiche Agricole.  Ogni Comune ha selezionato un tragitto tra gli olivi con caratteristiche uniche dal punto di vista storico e ambientale che si conclude in un frantoio, un’azienda olivicola o un palazzo storico, dove ai partecipanti sarà offerta una degustazione di pane, olio e prodotti tipici.

Da Capalbio nel cuore della maremma toscana a Castellina in Chianti a Pitigliano e  Murlo in Toscana.

A terranova di Sibari in Calabria all’interno del Castello Feudale dei Principi Spinelli . A Flumeri in provincia d’Avellino dove dal 26 al 28 Ottobre per la valorizzazione delle pregiate cultivar d’Irpinia  è in programma “Olio colato” con un ricco programma e cooking show dello Chef stellato Barrale presso la prestigiosissima location Dogana Aragonese con  degustazioni di prodotti preparati nell’Antico Forno  con farine di grani antichi , a cura dello Chef Giovanni Grimaldi della Pizzeria “Al Drago” di Grottaminarda. L’abbinamento vino-pizza sarà a cura di Oto Tortorella.