Bassano del Grappa (Vicenza) – Poliziotto si uccide dopo essere tornato in commissariato

Poliziotto suicida si è sparato dopo essere tornato in commissariato

0
256

Poliziotto suicida quello di cui parlano tutti i giornali ed i siti di informazione italiani in questo, increduli per quanto è accaduto. 

La vita del poliziotto è senza dubbio molto complessa e difficile da vivere. Tanto stress, problemi da affrontare, la divisa, i turni. Come non bastasse, poi, c’è sempre la tensione per il coronavirus, che continua ad imperversare e aggiungere morti alla conta delle vittime di giorno in giorno.

Nelle ultimissime ore, poi, tutte le forze armate stanno vivendo delle ore molto dure dato che un po’ ovunque, a ragione o a torto, l’opinione pubblica sta assumendo posizioni durissime contro le forze dell’ordine. Quanto accaduto in Minneapolis, con la morte di George Floyd e le polemiche dopo l’autopsia, di certo non distende i rapporti ed aiuta a superare l’atavica conflitto tra civili e forze dell’ordine. Difficile comprendere le cause più profonde che però hanno portato un poliziotto a suicidarsi davanti a tutti i suoi colleghi.

Il fatto è successo a Bassano, nel Vicentino. Un poliziotto di Bassano del Grappa, di anni 58, è andato in commissariato. Ha quindi preso un’arma da fuoco, precisamente una pistola, e si è sparato alla testa, uccidendosi nel luogo dove lavorava ogni giorno. Impossibile prevedere i motivi dietro questo gesto. Ira ovviamente ci sono delle attente ed approfondite indagini in costo per comprendere cosa sia esattamente accaduto.

Commenti