Attenzione a caricare gli smartphone dalle USB pubbliche

0
166
Attenzione a caricare gli smartphone dalle USB pubbliche

Oltre a far passare la corrente, le USB pubbliche rubano dati o installano software pericolosi. Come possiamo difenderci?

Perché le porte USB pubbliche sono pericolose?

All’inizio di novembre il procuratore distrettuale di Los Angeles ha diffuso un comunicato per dire che può essere pericoloso caricare gli smartphone in luoghi pubblici attraverso le porte USB. Ma qual è il motivo? Attraverso le porte USB pubbliche si può accedere ai dati contenuti negli smartphone. Il furto di dati o l’installazione di software malevoli negli smartphone caricati tramite cavi USB esiste da anni. Il fenomeno è noto come juice jacking. Fortunatamente negli anni gli smartphone sono diventati sempre più capaci di difendersi da questi attacchi.

Come funziona il juice jacking?

Il juice jacking sfrutta una duplice funzione per accedere senza permesso a ciò che è contenuto negli smartphone. In pochi secondi possono rubarvi le password o installare dei malware, cioè dei software malevoli.

Non ci sono dati su quanto sia diffuso il juice jacking. Il procuratore distrettuale ha spiegato che il suo comunicato è stato diffuso a scopo informativo e preventivo. Ma è certo che non servono molto tempo e grandissime competenze per modificare una porta USB così da nasconderci quel che serve per avere accesso agli smartphone.

Come possiamo difenderci?

Il juice jacking funziona solo attraverso le porte e i cavi USB. Utilizzate adattatori e prese della corrente per caricare il telefono in sicurezza. Portatevi sempre dietro un caricabatterie portatile.

Se invece dovesse proprio servire caricare un telefono da una presa USB in un luogo pubblico, bisogna innanzitutto fare attenzione alla comparsa di eventuali messaggi sul proprio smartphone. Ogni smartphone riconosce il pericolo e invia un messaggio di avviso.

Esistono anche i “USB condom” che vanno messi tra cavo e porta USB e servono a evitare il passaggio di dati indesiderati tra cavo e smartphone. I più semplici costano meno di dieci euro. Oltre alle porte USB di cui non ci si fida, conviene prestare attenzione anche ai cavi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here