Assalto Capitol Hill: accusato chiede asilo in Bielorussia

0
432
La Bielorussia concede lo status di rifugiato all’imputato dell’assalto a Capitol Hill

Un uomo accusato dall’FBI per presunta partecipazione all’assalto a Capitol Hill dello scorso 6 gennaio avrebbe chiesto asilo politico in Bielorussia. Si tratta di Evan Neumann, il quale sostiene di non aver commesso alcun crimine.

Un accusato dell’assalto a Capitol Hill ha chiesto asilo in Bielorussia?

Un uomo ricercato dall’FBI per presunta partecipazione all’assalto al Campidoglio USA avrebbe chiesto asilo politico in Bielorussia. A riportare le notizia è Radio Free Europe, che cita un’intervista rilasciata dall’uomo alla televisione statale. Nell’intervista alla rete televisiva Bielorussia-1, Evan Neumann, 48 anni, sostiene di non aver commesso nessun crimine, e ha affermato di aver chiesto asilo in Bielorussia dopo essere fuggito dagli USA su consiglio del suo avvocato.

Neumann ha detto di essersi recato prima in Svizzera e in Italia ed è poi andato in Ucraina per quattro mesi.  A metà agosto, le guardie di frontiera bielorusse hanno arrestato Neumann per aver attraversato illegalmente l’Ucraina. Secondo Neumann, ha deciso di fuggire in Bielorussia e chiedere asilo politico lì dopo che i servizi di sicurezza ucraini avevano iniziato a manifestare interesse per lui. Neumann deve affrontare sei accuse federali dopo che è stato identificato nei video del 6 gennaio ottenuti dall’FBI. Tra le accuse vi sono anche aggressione agli agenti di polizia e incursione violenta in un edificio federale.

Un portavoce dell’ambasciata degli USA in Bielorussia, con sede a Vilnius, in Lituania, ha dichiarato al Washington Post  che l’ambasciata ha “visto i media statali bielorussi riferire sul signor Neumann. A causa delle leggi sulla privacy degli USA, siamo limitati in ciò che possiamo dire sui singoli cittadini statunitensi”. Il portavoce, Tim O’Connor, ha anche detto al Post che mentre ogni cittadino può contare su un “sistema giudiziario oggettivo” negli USA, la polizia bielorussa non è stata oggetto di un’indagine trasparente per la sua repressione dei cittadini che protestavano contro il governo al potere della nazione.


Leggi anche: Assalto Capitol Hill: la testimonianza degli agenti di polizia