sabato, Aprile 13, 2024

Altorilievi di Foyeliang: buoni presagi per i naviganti

Nel fiume Yangtze in prossimità della città di Chongqing è emersa un’isola con una scultura buddista. Il ritrovamento degli altorilievi di Foyeliang è collegato all’abbassamento del livello dell’acqua dovuto alla siccità. Un fenomeno che ha interessato anche l’Europa, in particolare la Spagna, dove gli archeologi hanno trovato un cerchio preistorico di pietre.


Buddha con tuniche: l’incontro tra Grecia e India


A che epoca sono riferibili gli altorilievi di Foyeliang?

A quanto riportano i media Xinhua le sculture hanno 600 anni e si trovano sull’isola del fiume. La realizzazione dell’opera è quindi da mettere in relazione alle dinastie Ming e Qing. Il blocco di pietra in cui sono scolpiti gli altorilievi si trova nella parte più alta della terra emersa, a 23 piedi di altezza dal fiume. Nel masso si notano tre monaci, due sono seduti e tengono in grembo degli oggetti, parrebbero delle urne o dei vasi. Sono di dimensioni più piccole della figura centrale che rappresenta un asceta a gambe incrociate seduto su un piedistallo di loto.

Lo scopo degli altorilievi di Foyeliang nel fiume

La creazione sul fiume Yangtze serviva probabilmente a fornire buoni presagi alle barche che transitavano nella zona. Spiegherebbe la rappresentazione di monaci all’interno di nicchie che osservavano i naviganti che trasportavano materiali per impieghi edilizi o commerciali.

La secca di Yangtze

Il livello del Fiume azzurro è nella zona è il più basso degli ultimi 150 anni, a detta delle autorità locali. Siccità e temperature elevate, oltre a minori precipitazioni hanno provocato la secca. Ben 66 fiumi in 34 contee di Chongqing si sono prosciugati.

Le altre scoperte

Nei letti dei fiumi ci sono tracce del passato. Infatti, le settimane di siccità in tutta Europa hanno fatto emergere testimonianze di altre epoche. In Spagna è tornato alla luce un cerchio di pietre preistorico soprannominato Stonehenge spagnolo. Il Danubio è sceso a uno dei suoi livelli più bassi e ha esposto i massicci di oltre 20 navi da guerra tedesche affondate durante la Seconda Guerra mondiale. Il ritrovamento è quindi avvenuto nei pressi della città portuale fluviale serba di Prahovo.

Odette Tapella
Odette Tapella
Vivo in piccolo paese di provincia. Mi piace leggere, fare giardinaggio, stare a contatto con la natura. Coltivo l'interesse per l'arte, la cultura e le tradizioni.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles