Alaska: cittadini russi chiedono asilo

0
250
Alaska: cittadini russi chiedono asilo

Due cittadini russi sono sbarcati in Alaska e hanno chiesto asilo. I due hanno racconto di essere scappati dalla Russia per sfuggire alla mobilitazione voluta dal presidente Putin.

Due cittadini russi chiedono asilo in Alaska

Due cittadini russi sono fuggiti dal loro Paese a bordo di una piccola imbarcazione, hanno attraversato parte dello stretto di Bering e sono approdati in Alaska. Qui hanno chiesto asilo agli USA. “Due cittadini russi sono sbarcati su una spiaggia vicino a Gambell, situata sulla punta nord-ovest dell’isola di San Lorenzo in Alaska, e hanno chiesto asilo negli USA”, hanno affermato in una dichiarazione congiunta i senatori Lisa Murkowski e Dan Sullivan. “I loro casi sono stati esaminati in conformità con le leggi sull’immigrazione degli USA”, hanno aggiunto. Sullivan ha poi detto che “l’arrivo di due persone dalla Russia chiarisce che il popolo russo non vuole combattere la guerra di aggressione di Putin contro l’Ucraina”. Le autorità americane hanno riferito che i due sono stati trasferiti ad Anchorage per i necessari controlli. La autorità hanno anche confermato che le loro richieste d’asilo sono al momento sotto esame.

I due cittadini russi hanno raccontato agli abitanti del villaggio di Gambell, di essere scappati dal loro Paese per sfuggire alla mobilitazione parziale voluta dal presidente Vladimir Putin. Nelle scorse settimane, il presidente russo Putin ha ordinato una mobilitazione parziale per rafforzare le truppe russe in Ucraina, richiamando circa 300mila riservisti. Da allora, numerosi russi in età militare stanno cercando di scappare dal proprio Paese.


Leggi anche: Caos in Russia dopo la mobilitazione annunciata da Putin