12 piante approvate dalla NASA che migliorano davvero la qualità dell’aria

0
284

Anche se non hai mai pensato molto alla qualità dell’aria interna, gli ultimi due anni hanno probabilmente cambiato le cose. I depuratori d’aria HEPA e le macchine ad aria negativa sono diventati argomenti di conversazione, e la qualità dell’aria interna è molto presente nella mente di tutti. Potresti già contribuire a una migliore qualità dell’aria, però, con la tua collezione di piante da interno.

Perchè le piante sono importanti per qualità dell’aria

In realtà sappiamo che le piante d’appartamento possono fare molto per migliorare la qualità dell’aria dal 1989, quando la NASA ha condotto uno studio per determinare come le piante d’appartamento popolari contribuiscono alla qualità dell’aria rimuovendo le tossine. Da allora, le piante che migliorano la qualità dell’aria sono state soprannominate “piante approvate dalla NASA”. Da quando la NASA ha condotto il suo studio più di tre decenni fa, la qualità dell’aria interna è diventata un problema ancora più pressante, perché i nostri edifici sono molto meglio isolati. Questo li ha resi più efficienti dal punto di vista energetico, ma intrappolano anche le sostanze inquinanti all’interno. Questo, combinato con così tante persone che si dedicano seriamente alle piante d’appartamento, fa sì che valga la pena dare un’altra occhiata a come funziona il fitorimedio – l’uso delle piante per rimuovere le sostanze inquinanti – e quali piante possono migliorare la qualità dell’aria in casa o in ufficio.

Come le piante puliscono l’aria

Le tre tossine incluse nello studio della NASA sono benzene, formaldeide e tricloroetilene (TCE), e questi composti organici volatili sono praticamente ovunque. Il benzene è nelle colle, nelle vernici, nella cera per mobili e nei detergenti. La formaldeide è nei prodotti in legno composito come il compensato, così come nei materiali da costruzione e nell’isolamento, nelle colle, nei tessuti a stampa permanente, nelle vernici, nei rivestimenti, nelle lacche, nelle finiture e nei prodotti cartacei. Il tricloroetilene si trova in salviette per la pulizia, prodotti per la pulizia aerosol, sverniciatori, adesivi spray, detergenti per tappeti e smacchiatori. Lo studio ha esaminato come le foglie, le radici, il suolo e i microrganismi associati delle piante riducono gli inquinanti dell’aria interna. Ha scoperto che la zona delle radici delle piante gioca il ruolo maggiore. Per le vostre piante da interno, significa che più le radici delle piante e la zona del suolo sono esposte all’aria, meglio la pianta purifica l’aria. In altre parole, vasi più grandi o contenitori con una maggiore superficie di terreno sono meglio di quelli più piccoli.

Lo studio della NASA

Il Clean Air Study della NASA ha anche combinato le piante con filtri a carbone attivo che purificano grandi volumi di aria inquinata, accelerando così il processo di pulizia dell’aria. Mentre l’installazione di filtri a carbone non è qualcosa che la maggior parte di noi farà nelle nostre case, i risultati sulle piante d’appartamento stanno in piedi da soli e sono diventati come la lista di riferimento d’oro per le piante d’appartamento che purificano l’aria. Studi più recenti, tuttavia, hanno scoperto che l’effetto di purificazione dell’aria delle piante si verifica ad un tasso così piccolo che potrebbe non fare la differenza in una grande stanza. Eppure, dati i molti altri benefici delle piante d’appartamento, anche un po’ è una ragione sufficiente per averle intorno.

L’elenco delle piante approvate dalla NASA

Nello spazio, non c’è il cielo per creare luce ambientale, quindi tutte le piante incluse nel Clean Air Study della NASA richiedono poca luce per crescere. E questo è l’ideale: non hai bisogno di una stanza con una grande finestra soleggiata per queste piante, puoi metterle praticamente in qualsiasi stanza, anche in un bagno. Ho avuto due grandi gigli della pace nel mio ufficio nel seminterrato per molti anni, sopravvivendo bene nella luce limitata di due piccole finestre. E non c’è necessariamente bisogno di un grande pollice verde – alcune delle piante accettate dalla NASA sono anche sulla lista delle piante difficili da uccidere.L’unico avvertimento è che, con due (note) eccezioni, tutte le piante della lista sono tossiche per gli animali domestici. Se avete un cucciolo che rosicchia qualsiasi cosa, assicuratevi di mettere le piante più in alto e fuori dalla portata.

Inquinamento e danni all’ecosistema: l’impatto sul futuro?

  1. Palma di bambù (Chamaedorea Seifritzii)
    Una palma a bassa manutenzione che filtra il benzene, la formaldeide e il TCE. Non è tossica per gli animali domestici.
  2. Pianta di mais (Dracaena Deremensis)
    Una pianta d’appartamento alta e stretta che rimuove il benzene e la formaldeide.
  3. Sempreverde cinese (Aglaonema Modestum)
    Una pianta a crescita lenta che è apprezzata per le sue variazioni di colore. Riduce il livello di benzene e formaldeide nell’aria.
  4. Albero del Drago (Dracaena Marginata)
    Una pianta resistente, simile a una palma, che filtra il benzene, la formaldeide e il TCE.
  5. Edera inglese (Hedera Helix)
    Una pianta a crescita bassa che è anche adatta per i cesti appesi. Rimuove benzene, formaldeide e TCE.
  6. Gerbera Daisy (Gerbera Jamesonii)
    Per fiorire, la Gerbera daisy ha bisogno di un sole luminoso per alcune ore, idealmente al mattino. Riduce i livelli di benzene, formaldeide e TCE nell’aria.
  7. Pothos dorato (Cindapsus Aureus)
    Pianta rampicante facile da coltivare con foglie cerose. Filtra il benzene, la formaldeide e il TCE.
  8. Pianta ragno verde (Chlorophytum Elatum)
    Una pianta popolare appesa che si propaga in modo prolifico ed è buona per la rimozione della formaldeide. Non è tossica per gli animali domestici.
  9. Pianta serpente (Sansevieria Trifasciata)
    Conosciuta anche come Lingua della suocera, questa succulenta resistente filtra il benzene, la formaldeide e il TCE.
  10. Giglio della pace (Spathiphyllum)
    Probabilmente la più onnipresente e conosciuta delle piante che purificano l’aria, riduce il livello di benzene, formaldeide e TCE.
  11. Pot Mum (Chrysanthemum X Morifolium)
    Conosciuta anche come margherita del fiorista o mamma da giardino, ha bisogno di luce solare diretta per fiorire. Filtra il benzene, la formaldeide e il TCE.
  12. Fico piangente (Ficus Benjamina)
    Uno dei depuratori d’aria più alti, il ficus rimuove la formaldeide.