venerdì, Maggio 24, 2024

USA 2024: Robert Kennedy Jr. non deve essere sottovalutato

Robert Kennedy Jr. non deve essere sottovalutato per USA 2024. Negli ultimi giorni, i media statunitensi hanno riacceso i riflettori sul candidato indipendente per le presidenziali di novembre.

USA 2024: non bisogna sottovalutare Robert Kennedy Jr.

Con il passare dei giorni la corsa presidenziale americana entra sempre più nel vivo. Ormai è cosa certa, salvo colpi di scena dell’ultimo minuto, che sarà nuovamente una sfida tra il presidente Joe Biden e l’ex presidente Donald Trump. Tuttavia, un terzo candidato, l’indipendente Robert Kennedy Jr. potrebbe avere un impatto significativo sulle elezioni di novembre. Negli ultimi giorni, diversi media statunitensi si sono concentrato sull’impatto che Kennedy potrebbe avere sulle presidenziali.  Un articolo di Politico ha evidenziato come la campagna di Kennedy sta sfruttando i legami con il movimento no-vax e l’attivismo ambientale per convincere le persone che di norma sono disinteressate alla politica a donare alla sua causa. Politico scrive che circa 21.000 donatori hanno contribuito alla campagna di Kennedy con almeno 200 dollari sin dal lancio della sua candidatura indipendente lo scorso ottobre, e il 74% di questi donatori non aveva effettuato contributi politici quattro anni fa.

Altri giornali fanno notare nelle loro analisi che in certi Stati, come ad esempio il Winsconsin, il candidato vincitore si aggiudica la vittoria con pochi voti di scarto e per questo Kennedy potrebbe essere decisivo. Infine, Kennedy presenterà il suo candidato alla vicepresidenza questi giorni.  Si pensa che sarà Nicole Shanahan, ricca avvocato e imprenditrice che potrebbe quindi finanziare parte della campagna. Tutto questo potrebbe conferire a Kennedy un ruolo non trascurabile a novembre, e anche piccole percentuali potrebbero rivelarsi decisive negli Stati chiave.


Leggi anche: RFK Jr.: un “grattacapo” per i democratici

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Latest Articles