Stranger Things: quinto episodio terza stagione

0
223
Stranger Things: quinto episodio terza stagione

Steve vs russi

Steve, Robin, Dustin ed Erica sono ancora intrappolati nella base segreta russa, mentre gli altri ragazzi sono impegnati sul secondo fronte. Nonostante Bauman ci farà capire che entrare nella sala di comando dei russi è praticamente impossibile, i nostri ce l’hanno fatta. Steve è sicuramente uno dei personaggi che sta vivendo l’evoluzione migliore. Tutti ricordiamo quanto fosse ingenuo e superficiale nella prima stagione. Ma ha già avuto modo di dimostrare il suo coraggio con il demogorgone. Adesso è addirittura in grado di mandare quasi k.o. una guardia russa, che però andrà ad avvisare i suoi compagni della presenza degli intrusi. In ogni caso si tratta di una rivincita per Steve.

L’ospedale

Nancy è sempre di più determinata a risolvere il mistero della signora Driscoll. L’anziana è ricoverata in ospedale perché si è cibata del fertilizzante dopo esser stata posseduta dal Mind Flayer. Ma lei e Jonathan non sanno che ad aspettarli troveranno i giornalisti, anch’essi manipolati dal mostro e completamente disumanizzati. Ancora una volta l’aiuto di Eleven sarà indispensabile per bloccare momentamente le creature dell’Upside Down e salvare i suoi amici.

Mike ed Eleven

Ignari di ciò che sta accadendo sopra, i più piccoli attendono nella sala d’attesa dell’ospedale notizie riguardo all’anziana signora. Stranger Things è fantascienza, ma anche comicità e storie d’amore. In particolare, quella di Mike ed Eleven è al centro dell’attenzione. Nonostante la loro relazione sia ricca di luoghi comuni sull’adolescenza, Mike è davvero innamorato di Eleven. Dopo la minaccia di Hopper è stato obbligato ad allontanarsi da lei nonostante il suo volere. Grazie al consiglio di Lucas, sfrutta l’occasione per cercare di riappacificarsi. Eleven è comunque rimasta delusa dalla frase maschilista di Mike che ha etichettato le donne come “un’altra specie”.

Il furto dell’auto

Come dicevamo prima, questa stagione di Stranger Things è soprattutto comicità. Al centro delle scene più divertenti troviamo quasi sempre Hopper, impegnato con Joyce nella fuga assieme al nuovo amico russo. Stanno cercando di raggiungere Bauman, ma la loro macchina ha avuto un guasto. Quale migliore idea se non rubare un’auto da un benzinaio? Allora Hopper abusa del suo podere e riesce a sottrarre una macchina al suo proprietario. La scusa? “Stiamo trasportando un nemico del governo americano”. Ancora una volta vediamo un poliziotto un po’ fuori dalle righe, ma super simpatico.

Conclusioni

La tensione è alla stelle, sicuramente uno degli episodi con più drammaticità e horror. Mi riferisco alla scena dell’ospedale che finalmente ci riporta alla mente i jumpscares della prima stagione. La comicità è essenziale in una serie come questa, ma non può oscurare troppo la vera trama: cioè lo scontro con il Mind Flayer. L’unico dispiacere? Vedere i nostri amici completamente separati e impegnati in due trame diverse ma complementari. Aspetto con ansia la reunion.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here