Nella XXX giornata di Serie B vincono Perugia e Palermo in casa contro Foggia e Frosinone mentre il Parma dilaga all’Adriatico contro il Pescara.

 

PERUGIA – FOGGIA 2-0

Al Renato Curi iniziano meglio gli ospiti che si rendono pericolosi soprattutto con Mazzeo e Deli ma il risultato all’intervallo è ancora di 0-0, nella ripresa gli umbri si portano in vantaggio al 59′ con Cerri dopo aver rischiato di andare sotto per il colpo di testa di Loiacono salvato da Leali; la squadra di Breda sembra avere un’altra marcia rispetto al primo tempo e al 73′ sigla il raddoppio su rigore concesso per fallo di mano di Tonucci e trasformato da Diamanti.

Nel finale il Foggia prova ad accorciare le distanze con il tiro di Scaglia che però termina altissimo, termina così 2-0 la sfida tra Perugia e Foggia; quarta vittoria consecutiva per gli umbri che si portano così in ottava posizione con 43 punti mentre la squadra di Stroppa rimane a ridosso della zona playoff a quota 37.

 

CREMONESE – CITTADELLA 1-1

I padroni di casa si rendono subito pericolosi conquistando un calcio di rigore che però Brighenti non riesce a concretizzare per l’opposizione di Alfonso, il Cittadella prova ad approfittarne ma nel finale di primo tempo subisce il gol del vantaggio avversario ancora per un rigore concesso per fallo su Chinaglia e trasformato da Juanito Gomez; nella ripresa gli ospiti mettono subito le cose a posto trovando il gol del pareggio al 52′ con Iori e indirizzando il risultato finale sull’1-1.

Con questo pareggio la Cremonese continua il digiuno da vittorie che dura ormai da otto partite ma rimane in zona playoff con 40 punti mentre i granata rimangono nelle zone alte della classifica a quota 49.

 

PESCARA – PARMA 1-4

All’Adriatico la prima occasione è per i padroni di casa con Brugman ma sono i crociati a portarsi in vantaggio al 10′ grazie alla deviazione vincente di Calai0′ su invito di Baraye; gli ospiti dominano il gioco e sfiorano il raddoppio al 24′ con il colpo di testa di Lucarelli su punizione di Dezi che però termina sulla traversa. Nel finale di primo tempo il Pescara sfiora il pareggio ma il colpo di testa di Scavone viene bloccato da Fiorillo.

La squadra del neo allenatore Epifani non riesce a rendersi pericolosa nella ripresa e subisce prima il gol del raddoppio ad opera del nuovo entrato Ceravolo poi 3′ più tardi anche il sigillo di Gagliolo che porta il parziale sullo 0-3; la reazione dei padroni di casa è immediata con Bunino che all’80’ accorcia le distanze risolvendo una mischia di destro ma la rete di Scavone di testa a porta vuota su assist di Dezi porta il risultato finale sull’1-4.

Brutta sconfitta per il Pescara nonostante il cambio allenatore, i biancazzurri rimangono così in quattordicesima posizione con 36 punti mentre il Parma si conferma in zona playoff portandosi in settima posizione a quota 44.

 

SPEZIA – TERNANA 1-1

Primo tempo ricco di emozioni e occasioni da gol, i rossoneri riescono a portarsi in vantaggio al 28′ grazie alla girata di Finotto su punizione di Tremolada ma vengono raggiunti prima dell’intervallo con il gol di Forte; nella ripresa lo Spezia si rende subito pericoloso con Marilungo ma la sua conclusione trova la respinta di Sala poi anche Pessina sfiora il vantaggio ma trova soltanto il palo interno.

Dopo 5′ di recupero termina così 1-1 la sfida tra Spezia e Ternana, con questo pareggio nessuna delle due squadre migliora notevolmente la propria posizione in classifica rimanendo rispettivamente in decima e ventunesima posizione.

 

PALERMO – FROSINONE 1-0

Al Barbera iniziano meglio i padroni di casa che colpiscono un palo al 33′ con Nestorovski ma poi soffrono le incursioni avversarie che sfociano nei tentativi di Ciano, Dionisi, Rispoli e Chibsah che però non riescono a trovare la via della rete; nella ripresa arriva immediato il vantaggio rosanero con una bella azione in verticale iniziata da La Gumina e finalizzata da Gnahorè.  Nel finale la gara è apertissima con numerose occasioni per entrambe le squadre ma il risultato rimane fisso sull’1-0 anche dopo i 5′ di recupero.

Vittoria importantissima per il Palermo nello scontro diretto per la Serie A che permette ai padroni di avvicinarsi proprio ai ciociari portandosi in terza posizione con 50 punti mentre i gialloblu perdono l’occasione di sorpassare l’Empoli e portarsi al primo posto.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here