Spezia – Cesena 1-2

Nel 29 turno di serie B, allo stadio Alberto Picco va in scena il match tra Spezia e Cesena.

Entrambe le compagini, seppur con obiettivi diversi, smaniano per conquistare i 3 punti: da un lato, la voglia dei padroni di casa di arrivare ad un risultato positivo per insidiare la zona playoff; dall’altro quella degli ospiti di uscire dalle sabbie mobili con un colpaccio in trasferta.

La squadra di Gallo, in attesa di recuperare il match con il Bari martedì prossimo, si schiera con il  consueto 4-3-1-2: il tecnico sceglie la coppia Marilungo-Granoche per il tandem d’attacco.

Anche gli ospiti hanno saltato l’ultimo match di campionato a causa del maltempo. Castori sceglie il classico 4-4-2 con Dalmonte e Jallow finalizzatori.

Al 9’ prima occasione del match con Dalmonte: tiro insidioso dal limite dell’area dell’attaccante del Cesena, palla di poco a lato.

Al 21’ Kupisz porta in vantaggio il Cesena: cross di Vita dalla sinistra, respinta maldestra di Di Gennaro che appoggia la sfera sul piede del numero 20, abile ad approfittarne con un piattone da pochi passi.

Al 28’ ancora ospiti pericolosi con Jallow: colpo di testa pericoloso sul cross di Donkor dalla destra, la palla termina di poco a lato.

Al 34’ lo Spezia ha l’occasione per il pareggio con Marilungo: tentativo da distanza ravvicinata sul corner calciato da Bolzoni, salva Donkor a pochi centimetri dalla linea di porta.

Pochi minuti più tardi Marilungo pareggia i conti: stupenda la deviazione di tacco, al volo, de numero go su un corner dalla sinistra di Mastinu. Fulignati non può nulla.

Nel secondo tempo, buona occasione Spezia con il solito Marilungo: bel colpo di testa sul cross dalla sinistra di Mastinu, la palla sorvola di poco la traversa.

Al 71’ però Jallow riporta in vantaggio la squadra ospite: lancio illuminante di Kupisz per il numero 30, che supera Di Gennaro in uscita e spedisce la palla oltre la linea di porta.

Finisce con il punteggio di 1-2 la sfida tra Spezia e Cesena: vittoria preziosa per gli ospiti, che si allontanano così dalle sabbie mobili di classifica, mentre lo Spezia inciampa e resta al momento fuori dalla zona playoff.

Frosinone – Novara 1-0

Allo stadio Benito Stirpe va in scena FrosinoneNovara, sfida valida per il ventinovesimo turno di Serie B.

Match avvincente quello che si prospetta, con il Frosinone che vuole riavviare la propria rincorsa alla vetta dopo aver conquistato 1 solo punto nelle ultime 2 uscite. Costretti a guardarsi le spalle i biancazzurri, che hanno un margine di appena 2 lunghezze sulla zona play-out.

Nei ciociari, schierati gli imprescindibili Daniel Ciofani e Ciano, con Citro a completare il pacchetto offensivo. Maiello e Gori in mediana, confermati nella retroguardia a tre Brighenti, Ariaudo e Krajnc.

Nel Novara Moscati a completate il tridente insieme a Puscas e Macheda. Dickmann e Calderoni sulle corsie esterne, in mezzo spazio a Maracchi e Casarini. Montipò tra i pali, davanti a lui spazio a Golubovic, Mantovani e Troest.

All’11’ Frosinone pericoloso con Beghetto: mischia nell’area azzurra, il pallone transita dalle parti del numero 11, che scocca il mancino, conclusione radente che termina a lato non di molto.

2 minuti più tardi nuovo tentativo dei ciociari: tocco a rimorchio di Daniel Ciofani, troppo debole il destro di prima intenzione di Ciano, che si smorza sul fondo.

Al 18’ ancora occasione Frosinone.: Golubovic si avventa su uno spiovente proveniente da destra, impattando la sfera in allungo nel tentativo di anticipare Daniel Ciofani, il pallone si stampa sul montante alto.

Al 24’ padroni di casa in vantaggio grazie a Citro: errore clamoroso di Mantovani, che inzucca su un campanile alzato da un avversario, servendo un assist involontario al numero 20, che gonfia il sacco a porta sguarnita.

Nel tempo tempo viene concesso un calcio di rigore ai Ciociari per un fallo di Orlandi su Ciano: sul dischetto va Daniel Ciofani, che sbaglia clamorosamente.

La gara resta apertissima, ma nonostante il gol la squadra di casa non smette di cercare la rete della sicurezza.

Finisce 1-0, decide la rete messa a segno nella prima frazione da Citro. Frosinone che nella ripresa si concede anche il lusso di fallire  un rigore con Ciofani, amministrando però agevolmente la gara contro un Novara eccessivamente rinunciatario.

Ternana – Cremonese 2-1

Allo stadio Libero Liberati va in scena la sfida tra i padroni di casa della Ternana e la Cremonese.

La squadra di casa deve tornare alla vittoria per dimenticare le cinque sconfitte consecutive che hanno portato le Fere all’ultimo posto della classifica. Cremonese invece ottava, ma non vince da più di un mese.

De Canio sceglie per la sua Ternana il 4-3-1-2. Le due punte saranno Adriano Montalto e Federico Piovaccari con alle loro spalle Tremolada. Signori a centrocampo con Paolucci e Defendi mentre retroguardia obbligata con Sala in porta.

Nella CremoneseScamacca ad affiancare in attacco Scappini. Nella posizione di trequartista Tesser ha scelto Castrovilli, mentre a centrocampo c’è Cavion con Croce ed Arini. In difesa spazio a Claiton al fianco di Canini con Cinaglia e Renzetti sulle corsie esterne.

Pronti, via: ed è subito gol Ternana. Traversone perfetto dalla corsia mancina di Favalli per la testa di Montalto che infila Ujkani per il vantaggio dei padroni di casa.

1 minuto più tardi ancora pericolosi i padroni di casa con Tremolada, che prova il tiro in porta dalla distanza mettendo in difficoltà Ujkani che para in tuffo.

Al 42’ raddoppia la Ternana con Defendi; ancora un traversone perfetto dalla corsia mancina di Favalli per la testa di Defendi che taglia Cavion e batte Ujkani da posizione ravvicinata.

Nel secondo tempo, prima vera occasione da rete per la Cremonese, pallone in profondità per Brighenti che calcia in diagonale da posizione defilata mettendo in difficoltà Sala che respinge in tuffo.

Al 68’ gli ospiti riducono lo svantaggio: grande iniziativa di Castrovilli che vede l’inserimento in area di rigore di Cavion bravo di testa a mandare alle spalle di Sala.

Prima del fischio finale c’è spazio per un’ultima colossale occasione per la Cremonese: pallone in area di rigore per Scappini che calcia a botta sicura trovando il salvataggio sulla linea di Favalli.

Torna alla vittoria la Ternana, 2-1 il risultato finale per la squadra di De Canio che manda al tappeto la Cremonese. Decisive le reti di Montalto e Defendi ed inutile il gol che riapre le speranze di Cavion.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here