sabato, Aprile 13, 2024

Separazioni e divorzi: la sentenza che abbatte la privacy

Le grane in materia di separazioni e divorzi sono molte e spesso difficili da gestire. Una di queste consiste nel conoscere il reddito e l’esatta situazione patrimoniale del coniuge a seguito della sentenza. Queste informazioni sono utili per sapere l’esatto ammontare dell’assegno di mantenimento. Fino ad oggi il malcapitato poteva nascondere queste informazioni appellandosi alla privacy. L’unica arma che rimaneva al coniuge vittorioso era appellarsi al giudice. Sembra però che tutto questo stia per cambiare. Vediamo come.

Come cambia la privacy in materia di separazioni e divorzi

La situazione attuale è la seguente: chi voglia conoscere l’ammontare del patrimonio e dei redditi del coniuge deve rivolgersi al giudice. Questi, tramite un provvedimento, concede l’accesso alla “Anagrafe dei rapporti finanziari”. L’Anagrafe non è altro che un archivio dell’amministrazione finanziaria che conserva i dati di conti correnti, risparmi, depositi postali ed ogni altra operazione economica. Il Consiglio di Stato ha emesso una sentenza che cambia le carte in tavola ed impone un obbligo di trasparenza.

La sentenza del Consiglio di Stato

La sentenza del Consiglio di Stato è recente e rivoluzionaria. Grazie a questa pronuncia, l’Agenzia delle Entrate non potrà sottrarsi alle richieste del coniuge che volesse investigare. Secondo il Consiglio, il coniuge con un procedimento in corso o definito, può rivolgere direttamente una richiesta all’Agenzia delle Entrate. L’Agenzia dovrà rilasciare tutte le informazioni economiche necessarie: dichiarazione di reddito, contratti di locazione stipulati, depositi e risparmi ecc.. Sussiste, in altre parole, un obbligo di trasparenza.

Obbligo di trasparenza

Quello che accadeva prima, col coniuge che si nascondeva dietro il diritto alla privacy e negava l’evidenza, non sarà più possibile. La sentenza del Consiglio di Stato impone un obbligo di trasparenza tra ex coniugi o tra coniugi che abbiano un procedimento di separazione o divorzio in corso. Con la situazione patrimoniale del coniuge sottomano, i procedimenti termineranno più rapidamente e quel che è dovuto sarà dato al coniuge che legittimamente lo pretende.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles