Qualificazioni Mondiali 2018: la Germania è qualificata, l’Irlanda del Nord ai playoff

La Germania vince contro l'Irlanda del Nord e va in Russia. La Repubblica Ceca ottiene i tre punti contro l'Azerbaigian, ma è la nazionale irlandese ad andare ai playoff

0
497

Le Qualificazioni Mondiali 2018 per l’Europa ha dettato già alcuni verdetti, soprattutto nel Gruppo C. La Germania ha già la testa in Russia grazie alla vittoria per 1-3 contro l’Irlanda del Nord, che rimane al secondo posto. La Repubblica Ceca vince contro l’Azerbaigian con il risultato di 1-2 e la Norvegia asfalta il San Marino, che rimane a quota 0 punti.

La Germania vola in Irlanda consapevole che una vittoria avrebbe portato alla qualificazione una giornata d’anticipo. Per questo i tedeschi entrano carichi e dopo soli due minuti trovano la rete del vantaggio. Sebastian Rudy, centrocampista del Bayern Monaco, segna un gol stupendo dalla lunga distanza, trovando l’incrocio dei pali e spiazzando il portiere avversario. La squadra di Low vuole subito chiudere la pratica. Ci prova due volte Wagner, prima di piede poi di testa. Alla terza trova il gol: si libera dalla marcatura del difensore irlandese, si gira in rapidità e trova con precisione l’angolo scoperto della porta. L’Irlanda del Nord si vede timidamente al 40′ con Corry Evans, che fa tutto in modo perfetto, ma viene ipnotizzato da Ter Stegen. Alla ripresa la nazionale di O’Neill cerca disperatamente la rete del pareggio. Conor Washington si libera bene in area di rigore, ma il suo tiro fa tremare la traversa. Così Muller & co. reagiscono con Sane che si divora un’ottima occasione. Al minuto 86 la Germnia con Kimmich trova il 3 a 0 grazie a un tiro violento che passa tra le gambe del portiere. Solo nei minuti di recupero l’Irlanda del Nord trova il gol con Magennis di testa.

I giocatori tedeschi esultano per il gol

In Azerbaigian la Repubblica Ceca ottiene i tre punti. La nazionale di casa entra bene in campo e più volte sfiora il vantaggio. Ma dalla metà del primo tempo la Repubblica Ceca esce grazie a Jakub Jankto, più volte protagonista di diverse occasioni. Poi al 35′ Jankto tira, il portiere avversario respinge suoi piedi di Kopic che non può far altro se non metterla in rete. Alla ripresa è l’Azerbaigian a dominare il gioco. Così al 55′ gli viene fischiato a rigore a favore, trasformato poi da Izmailov. La formazione di Jarolim non si arrende e al minuto 66 Barak segna di testa il nuovo vantaggio ceco. Fino a qui era stata una partita equilibrata, ma l’1-2 ha sconvolto l’Azerbaigian, che non è più riuscito a creare occasioni.

A San Marino invece la Norvegia vince per 8 a 0. C’è una sola nazionale in campo, che chiude la pratica già nel primo tempo. Quattro reti infatti nei primi 45 minuti: prima Henriksen, doppietta di King, tra cui un rigore, e Elyounoussi. Nel secondo tempo altre due reti di Elyounoussi, che si porta così il pallone a casa, e di mezzo il gol del subentrato Salnaes.

Commenti