Poesie di Natale con Mario Festa in tempo di pandemia

0
1415
Festa Mario

Ad ogni ricorrenza, ad ogni evento che richiede riflessione Mario Festa, poeta salernitano, non manca di aspettative. Le poesie per il Natale di Mario Festa in tempo di pandemia rievocano vecchi ricordi. Un suo pensiero e le sue poesie ci ricordano dei valori e ci accompagnano nel viverli.

Riflessione di Mario Festa

“Viviamo un tempo difficile, di crisi sanitaria, sociale ed economica, un tempo di prova. Siamo in cammino verso il Natale. Si preannuncia un Natale diverso dagli altri anni. Ci mancheranno le allegre serate in compagnia degli amici, i fraterni abbracci. Approfittiamo di questo particolare momento storico per riscoprire il vero Natale. Lasciamo nascere nel nostro cuore Gesù il Salvatore. Ridimensioniamo il consumismo, l’esteriorità. Diamo più spazio al raccoglimento personale, alla preghiera. Pensiamo all’essenziale, a ciò che conta veramente. Riscopriamo i veri valori della vita: amore, amicizia e solidarietà… Speriamo di uscire presto da questa terribile pandemia, migliori e con la consapevolezza che l’uomo è una “creatura” non il “Creatore, l’onnipotente. Nella luce di Gesù possa l’umanità trovare la via della rinascita e della serenità.”
Buon Natale a tutti!

Poesie per il Natale di Mario Festa

PER NATALE

Per Natale,
decidi di cambiare,
Non regalare “cose”…
Dona amore,
un sorriso,
una carezza,
una parola buona…
Dona il tuo tempo agli altri,
il tuo aiuto a chi
è nel disagio,
a chi non ha il coraggio,
la forza di andare avanti.
Per Natale,
dona al fratello
le “perle” preziose,
che hai nel cuore,
regalerai vera gioia.

MAGIA DEL NATALE

E’ Natale,
un giorno speciale,
un giorno senza tempo,
un arcobaleno di luci
colora l’immenso,
nasce Gesù.
E’ Natale, festa dell’amore
e della compagnia.
La magia del Natale,
affascina i piccoli e i grandi.
Suona la sinfonia dell’allegria,
si respira profumo di pace.
Nasce Gesù!
il Salvatore.
Una sconosciuta gioia
pervade i cuori…
E’ il giorno più bello
per l’umanità.

ARRIVA NATALE

Arriva Natale.
E’ una festa di luci,
dell’ abbondanza
nel mangiare,
nell’acquistare,
nel regalare…
è una festa che
si consuma nella fretta.
Non c’è tempo per pensare,
riflettere, pregare
e per ascoltare la voce del cuore.
Arriva Natale.
Gesù trova il mondo peggiore,
immerso nelle tenebre dell’odio,
della violenza, delle ruberie
e delle ingiustizie sociali…
Arriva Natale,
ogni anno,
ma l’uomo non cambia,
non impara la lezione dell’amore,
del perdono della pace.
Arriva Natale,
il cuore non rinasce.
Che tristezza

IL VERO NATALE

Il Natale, oggi,
è una festa di corse,
di acquisti, di regali…
Fermiamoci per riflettere,
pregare,
parlare con Gesù il Salvatore.
Accogliamo il Suo messaggio d’amore,
i Suoi insegnamenti.
Per entrare nella Grotta “stretta”,
vivere il vero Natale,
dobbiamo farci “piccoli”,
vestirci di umiltà,
coltivare la bontà,
la fratellanza.
Preghiamo…
Chiediamo a Gesù Bambino
di aiutarci a costruire
la Pace Universale,
per il progresso del nostro Mondo,
immerso nelle tenebre del male.

Nella luce del Natale, possa Gesù Bambino, accendere nei cuori la fiamma della speranza di uscire dall’insidiosa pandemia, che affligge l’umanità, in questo particolare momento storico.

LA SPERANZA

La speranza è il motore della vita,
colora il futuro,
è luce in fondo al tunnel.
Ci nutre di ottimismo,
ci spinge ad andare avanti,
sempre avanti
sui sentieri esistenziali.
Alimentiamoci sempre di speranza,
specialmente in questo tempo
di pandemia,
in cui siamo costretti
a vivere nell’incertezza,
nella paura,
dobbiamo lottare
contro un nemico invisibile,
insidioso, forte,
che può travolgere tutti.
Lasciamoci condurre
dalla speranza
verso nuovi traguardi
di rinascita.

Mario Festa, poeta salernitano, medita sull’amicizia