Phryges: le mascotte di Parigi 2024 che fanno discutere

0
445

Si chiamano Phryges, e sono le due mascotte da poco svelate per le Olimpiadi e le Paralimpiadi che si svolgeranno nel 2024 a Parigi. Dovrebbero raffigurare due berretti frigi con le gambe, ma c’è chi ci ha visto ben altro.

Che cosa rappresentano i Phryges?

“È il simbolo della libertà, ed è anche un messaggio molto forte legato alla rivoluzione che vogliamo per quei Giochi. Vogliamo che siano un grande successo” queste le parole che hanno accompagnato il tweet con le prime immagini dei Phryges, postato dal presidente di Parigi 2024 e canoista, tre volte campione olimpico, Tony Estanguet. I berretti frigi dovrebbero dunque incarnare la storia della Francia e il suo spirito rivoluzionario. Ma… c’è un ma.


Parigi 2024 stop alle auto nel centro della città


Berretti o clitoridi?

Ebbene sì: chi conosce anche un minimo l’anatomia femminile ha riconosciuto in questi due simpatici pupazzi nientemeno che la forma di una clitoride. Non sappiamo se si tratti di una coincidenza del tutto casuale, o di un consapevole atto rivoluzionario in favore dei diritti delle donne. Naturalmente, questa scoperta ha portato a plausi e polemiche, non necessariamente in quest’ordine. C’è però una questione fondamentale da affrontare: come sappiamo, i Giochi Olimpici vedono la partecipazione di atleti da tutto il mondo. Non tutti, quindi, riconosceranno nelle due mascotte un berretto frigio, o conosceranno la sua storia e il suo significato. Da ciò deriva che in molti continueranno a considerarli due clitoridi. Un male? Non è detto.

Nuovi posti di lavoro

Ma c’è dell’altro. Prima dei Giochi Olimpici saranno prodotti almeno un milione di giocattoli con le fattezze dei due Phryges, e la produzione condivisa è stata affidata a due società francesi, Gipsy e Doudou & Cie. Allo stesso tempo, si calcola che solo il 20% di questa avverrà in Francia, nello stabilimento della Bretagna: il restante verrà realizzato in Cina. Tradotto in numeri, 200.000 esemplari vedranno la luce in patria, con pezzi di qualità superiore e di conseguenza ad un prezzo maggiore (49,90 euro, contro i 34,90 di quelli cinesi). A questo proposito Roland Lescure, Ministro francese dell’Industria, ha fatto sapere che la fabbrica in Bretagna sarà potenziata nelle dimensioni, e assumerà quindi nuovi dipendenti. Non è molto, ma pur sempre un inizio.

https://twitter.com/Paris2024/status/1592096145052172288?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1592096145052172288%7Ctwgr%5E0fcffae5e7b25eda765610cf3df039b42c03d709%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.euronews.com%2Fculture%2F2022%2F11%2F16%2Fliberte-egalite-clitoris-we-need-to-talk-about-the-controversial-french-olympic-mascot