MUORE CARLO VANZINA: IL CINEMA PIANGE IL RE DEI “CINEPANETTONI”

0
196

A Roma, dopo una lunga malattia muore a 67 anni Carlo Vanzina, il regista che assieme al fratello Enrico per 40 anni ha portato umorismo ed allegria nel cinema italiano, “creando” il filone dei “cinepanettoni”.
Regista, sceneggiatore, produttore, nelle sue opere i personaggi, a volte ingenui a volte cinici, segnavano le trasformazioni del nostro Paese.
I film, divertenti si snodavano con toni vacanzieri, scritti in modo fresco e spensierato che ogni volta conquistavano il pubblico degli anni Ottanta e Novanta riempiendo i botteghini.
Figlio d’arte, il padre era Stefano Vanzina, meglio conosciuto come Steno, aveva avuto modo di conoscere il set da vicino e viverlo in prima persona fin da ragazzo.
I primi passi nel cinema li aveva mossi a fianco del grande Monicelli come assistente alla regia.
Vanzina e Monicelli lavorarono insieme anche per “Brancaleone alle Crociate” e “ La Mortadella”, e in seguito collaborò con Alberto Sordi a “Polvere di Stelle”.
Nel 1976 il primo film da regista: “Luna di miele in tre”.
La sceneggiatura era stata scritta dal fratello Enrico, “i tre” erano Renato Pozzetto, Cochi Ponzoni e Stefania Casini: la trama semplice racconta di un cameriere di Stresa, Pozzetto, che vince una vacanza in Giamaica con una modella di riviste erotiche di cui è grande seguace.
Sono più di settanta i progetti tra film e serie televisive che hanno visto la luce durante la carriera cinematografica del regista, e che hanno raccontato con modalità diverse i cambiamenti della società italiana.
Vanzina diresse anche un musical con Alan Sorrenti e il film “Arrivano i Gatti” con i gatti di Vicolo Miracoli.
La commedia dedicata alle “vacanze”ebbe inizio con “Sapore di Sale”, 1983, ambientato in Versilia, a fianco di Aurelio de Laurentis, si fece poi strada il genere dei “cinepanettoni”, espressione che a Vanzina non piaceva, ma che puntualmente quando usciva nelle sale nel periodo natalizio faceva ridere e divertire milioni di spettatori italiani.
Il primo storico “Vacanze di Natale”è rimasto nella memoria di tutti gli amanti del genere, con “Eccezzziunale Veramente” ha lanciato Diego Abantatuono nel piccolo e grande schermo.
Il suo ultimo lavoro è stato”Caccia al tesoro” del 2017, con Vincenzo Salemme.
In tanti lo ricordano con affetto, il cordoglio dei vip dello spettacolo, della politica, ma soprattutto di gente comune che ha sorriso e sorriderà ancora guardando i suoi film.
I funerali si svolgeranno martedì 10 luglio nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, in Piazza Repubblica a Roma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here