giovedì, Febbraio 29, 2024

Morawiecki: porrò il veto al nuovo regolamento UE sull’immigrazione

Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha affermato che porrà il veto al nuovo regolamento UE sull’immigrazione approvato nell’ultimo Consiglio Giustizia e Affari Interni (GAI).

Morawiecki: porrò il veto al nuovo regolamento dell’UE sull’immigrazione

Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha affermato che la prossima settimana andrà a una riunione del Consiglio europeo, dove dirà un fermo ‘no’ al nuovo regolamento dell’UE sull’immigrazione. “Ricordate che è stato il governo Diritto e Giustizia a bloccare l’immigrazione clandestina nel giugno 2018, e da allora questo problema non è più esistito fino a maggio di quest’anno, quando Weber e Tusk hanno deciso nuovamente di promuovere il piano di immigrazione clandestina in Europa?”, ha detto Morawiecki, riferendosi a Manfred Weber, leader del Partito popolare europeo al Parlamento europeo, e Donald Tusk, leader dell’opposizione polacca. “La voce polacca può e deve essere ancora più forte. Il 15 ottobre possiamo dire no all’immigrazione clandestina e alla ricollocazione forzata degli immigrati clandestini. Facciamolo innanzitutto come polacchi. La nostra voce sarà ascoltata in tutta Europa. Noi combattiamo per la sicurezza della Polonia. La sicurezza è un valore fondamentale e solo il governo di Diritto e Giustizia è garante di questa sicurezza. Dobbiamo essere consapevoli che solo Diritto e Giustizia possono fermare l’immigrazione clandestina in Polonia. Donald Tusk è un uomo pericoloso e dobbiamo difendere la Polonia da lui”, ha aggiunto.

All’inizio di giugno, il Consiglio Giustizia e Affari Interni (GAI), che comprende i ministri degli Interni che rappresentano gli Stati membri dell’UE, ha approvato un nuovo patto su migrazione e asilo. Secondo la proposta di regolamento, i membri dell’UE dovranno accettare una quota iniziale di 30.000 migranti provenienti da paesi che sopportano il peso della migrazione dal Medio Oriente e dall’Africa, come Grecia e Italia, oppure pagare circa 22.000 euro per migrante non ammesso. Polonia e Ungheria erano contrarie alle nuove regole ma sono state messe in minoranza.


Leggi anche: Morawiecki: opposizione ha agito negli interessi russo-tedeschi

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles