venerdì, Maggio 24, 2024

Maupassant. Il ribelle dalla vita breve ma intensa

Maupassant: uno dei grandi della letteratura mondiale

Maupassant, o all’anagrafe Henri-Renè-Albert-Guy de Maupassant. Chi non ha mia letto, forse in un buon corso di Lettere alle superiori, Bel Ami, e chi forse in fondo non ha desiderato di possedere il pelo sullo stomaco che contraddistingue il protagonista? Il cinismo e l’ambizione sfrenata? Bel ami, il romanzo più famoso di Maupassant, è uno spaccato dell’epoca in cui l’importante scrittore francese vive.

Maupassant: Bel Ami, copertina

Ricordiamo che Maupassant nasce proprio il 5 agosto del 1850, vicino a Dieppe in Francia. Siamo nella Francia che critica duramente l’ipocrisia della borghesia e il suo cinismo. Sono gli anni del realismo di Zola e di Madame Bovary di Flaubert. Insomma di quel genere letterario nato come pamphlet che è poi diventato il racconto moderno: il romanzo. Il pamphlet è composto da capitoli di un romanzo che a puntate vengono pubblicati nei giornali dell’epoca.

Maupassant: un ritratto

Maupassant non fa sconti a nessuno e spesso gli uomini, nei suoi romanzi, sono descritti come esseri negativi e il disincanto prevale in tutta l’opera dello scrittore francese. Quando in giovane età contrae la sifilide la leggenda racconta che ne è quasi felice. Affermano le sue biografie:”Si tratta, per lui, della conferma del fatto che le sue scelte di vita sono spregiudicate e anticonformiste, lontane dagli ideali di rispettabilità della borghesia, classe sociale che egli detesta”.

Maupassant: pragmatismo, talento e sregolatezza

La vita di Maupassant non è meno affascinante di uno dei suoi romanzi che non sono sicuramente famosi per il lieto fine. Lo scrittore muore infatti a soli 43 anni a causa della sifilide forse ereditata dal padre o durante un rapporto sessuale promiscuo. Dopo duri e lunghi mesi di grave follia viene a mancare nel 1893. Ora riposa a Parigi nel cimitero di Montparnasse. Di Maupassant è importante ricordare anche il grande rapporto di stima e affetto con Flaubert amico di famiglia che per tutta la vita gli fa da mentore e protettore. Flaubert muore nel 1880.

Gustave Flaubert

Gli anni della giovinezza

La famiglia di Maupassant è originaria della Lorena, ma si sposta in Normandia. La madre dello scrittore, amica d’infanzia di Flaubert, è una donna molto acculturata e appassionata di Shakespeare, donna a cui lo scrittore rimane legatissimo per tutta la vita.

Dopo la separazione dei genitori Maupassant si trasferisce con la madre e il fratello più giovane a Etretat fino a 13 anni, conducendo una vita agiata. Lo scrittore studia prima presso il seminario a Yvetot sviluppando una forte ostilità verso la religione, poi si diploma a Rouen e consegue la laurea in Giurisprudenza nel 1870 a Parigi. Dopo essersi arruolato nella guerra franco-prussiana decide di trasferirsi a Parigi dove per 10 anni lavora come impiegato presso il Ministero della Marina. Qualche anno dopo, nel 1875, Flaubert diventato famoso e che ha sempre mantenuto un buon rapporto con Maupassant gli fa da mentore aiutandolo ad entrare nel mondo del giornalismo e della letteratura, le vere passioni del giovane impiegato.

Guy de Maunpassant: un’immagine giovanile

Il successo nella Ville lumière e la sifilide

Per Maupassant sono anni frenetici ed emozionanti. Grazie a Flaubert conosce e frequenta personaggi come Zola e Turgeney protagonisti del realismo e naturalismo. In questo periodo si dedica alla scrittura di operette teatrali. Grazie a impegno, capacità e conoscenze diventa un importante curatore di giornali come Le Figaro, Gil Blas, Le Gaulois e L’Echo de Paris, grazie al trasferimento presso il Ministero della Pubblica istruzione.

Maupassant riesce a scrivere solo nel temo libero ma nel 1880 a 30 anni pubblica il suo primo capolavoro, un racconto Boule de Suif che lo rende famoso anche grazie alle ottime recensioni dei critici tra cui Flaubert che muore a maggio di quell’anno lasciando una grande vuoto nella vita del novello scrittore. Maupassant è un metodico dallo spirito ribelle. Fino al 1891 si dedica in modo impegnativo e faticoso al lavoro intellettuale, pubblicando dai due ai quattro romanzi l’anno. Ricordiamo: La Maison Tellier del 1881 che avrà in due anni 12 edizioni, Une vie che vende 25.000 copie in un anno. Bel-Ami, il suo libro più famoso, viene ristampato 37 volte in soli 4 mesi, anche se alcuni critici ritengono che il suo capolavoro sia Pierre et Jean.

Maupassant: scrittore, viaggiatore e la morte prematura

Maupassant decide quindi di dedicarsi completamente alla scrittura e ai viaggi che sono per lui fonte di ispirazione e conoscenza. Ama molto il mare e la navigazione. Diventato ricco, esplora il mediterraneo con il suo yacht, chiamato proprio Bel Ami. Mentre viaggia scrive; e scrive sempre con grande successo ma torna poco a Parigi anche se continua a mantenere le sue relazioni d’amicizia soprattutto con Alexandre Dumas figlio. Non ama la vita mondana parigina e soprattutto è contrario alla costruzione della Tour Eiffel.

Guy de Moupassant: un’immagine

Sono questi purtroppo gli ultimi anni della vita del grande scrittore francese che spesso tenta il suicidio, vista l’instabilità della sua condizione mentale, dovuta alla sifilide che gli viene diagnosticata già nel 1877 e come abbiamo già scritto lo porterà alla morte a soli 43 anni.

Ci lascia così prematuramente, ma coerente nelle sue scelte di vita, uno scrittore che avrebbe potuto dare ancora molto alla letteratura mondiale. Delle esequie si occupa Alexandre Dumas figlio. La commemorazione funebre viene pronunciata da Zola.

Lucilla Continenza
Lucilla Continenzahttp://www.ildogville.it
Di origine abruzzese, vive a Milano dalla nascita. Giornalista pubblicista dal 2003, pubblica dal 1996. Laureata in Scienze politiche a Milano (magistrale), ha poi studiato Antropologia culturale, sempre a Milano. In passato ha scritto di cronaca, politica e eventi locali. Dal 2005 si occupa di cultura e in particolare di critica teatrale.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles