lunedì, Giugno 24, 2024

Lukashenko chiede un risarcimento alla Russia

Il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko chiede un risarcimento alla Russia per il ritardo della messa in servizio della centrale nucleare bielorussa.

Il presidente Lukashenko chiede un risarcimento alla Russia

Il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko ha chiesto un risarcimento alla Russia per il ritardo della messa in servizio della centrale nucleare bielorussa (BelNPP).  “Abbiamo avuto un leggero ritardo nella messa in servizio della centrale nucleare a causa della parte russa. Naturalmente, secondo l’accordo, abbiamo sollevato con loro la questione del risarcimento. Non c’è bisogno di nasconderlo. Non c’è stato nulla di straordinario. Ma tali domande sono state sollevate in relazione al fatto che i termini per la messa in servizio della stazione sono stati violati, e la parte russa ne è responsabile”, ha detto Lukashenko. Il presidente bielorusso ha poi aggiunto che la Russia si è offerta di vendere combustibile nucleare alla Bielorussia allo stesso prezzo che vende alle centrali elettriche russe e una garanzia di cinque anni sui componenti principali come compenso. Lukashenko ha anche affermato che le questioni di sicurezza legate al funzionamento della centrale rimangono una priorità.


Leggi anche: Lukashenko è complice dei crimini della Russia

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles