giovedì, Maggio 23, 2024

L’UE vorrebbe “alleggerire” la Brexit per i giovani

L’UE vorrebbe “alleggerire” la Brexit per i giovani tra i 18 e i 30 anni. La Commissione europea ha proposto di migliorare la mobilità per i giovani. La proposta riporterebbe in gran parte la mobilità giovanile ai tempi pre-Brexit. Resta da vedere le la proposta sarà accolta favorevolmente da Londra.

L’UE vorrebbe “alleggerire” la Brexit?

L’Unione europea sta cercando di “alleggerire” la Brexit per i giovani tra i 18 e i 30 anni. L’UE sta cercando infatti di migliorare la mobilità tra i suoi 27 Stati membri e il Regno Unito per questa fascia di età. La Commissione europea sta cercando di aprire colloqui con il Regno Unito per consentire ai giovani dei paesi dell’UE di studiare o lavorare e vivere in Gran Bretagna per un massimo di quattro anni, con lo stesso accordo per i giovani britannici. Inoltre la Commissione ha proposto che i cittadini dell’UE che studiano in Gran Bretagna dovrebbero pagare le stesse tasse universitarie dei cittadini del Regno Unito, che sarebbero meno della metà dell’importo che ora sono tenuti a pagare come cittadini non britannici. Prima della Brexit, le tasse erano stabili indipendentemente dal paese di cittadinanza dello studente. La Commissione ha inoltre affermato di essere “aperta” alla possibilità che la Gran Bretagna aderisca nuovamente al programma europeo di scambio studentesco Erasmus.

Tuttavia, le reazioni iniziali del Regno Unito non sono state positive. Il governo britannico ha affermato che il Regno Unito dispone già di un proprio programma di mobilità giovanile, con il quale ha già stretto accordi con 13 paesi. Tuttavia, la Commissione ritiene che la propria proposta sia più ambiziosa.


Leggi anche: Brexit: raggiunto accordo Londra-Bruxelles su Protocollo

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Latest Articles