La Thailandia toglie il Kratom dalla lista delle droghe illegali

0
354

Martedì la Thailandia ha depenalizzato il kratom, una foglia tropicale usata a lungo come rimedio erboristico. Per alcuni regolatori sanitari di tutto il mondo è considerata come potenzialmente non sicura.

Che cos’è il Kratom?

Il kratom, nome scientifico Mitragyna speciosa, fa parte della famiglia del caffè. E’ stato usato per secoli nel sud-est asiatico e in Papua Nuova Guinea per i suoi effetti antidolorifici e leggermente stimolanti. È diventata sempre più popolare negli Stati Uniti, dove la Food and Drug Administration (FDA) ha messo in guardia contro il suo uso, citando i rischi di dipendenza e abuso.

Quali sono gli effetti del Kratom?

Il Kratom stimola gli stessi recettori cerebrali della morfina, anche se con effetti molto più blandi, e in Thailandia è usato principalmente nel profondo sud, dove i lavoratori musulmani lo usano per alleviare il dolore dopo il lavoro manuale. Non è stato soggetto a restrizioni internazionali, anche se l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato il mese scorso che stava esaminando se il kratom dovesse essere considerato per il controllo.


Marijuana negli USA ora è legale


La legge thailandese

Il cambiamento della legge tailandese significa che “il pubblico sarà in grado di consumare e vendere kratom legalmente“, ha detto il portavoce del governo Anucha Burapachaisri in una dichiarazione. Inoltre più di 1.000 prigionieri condannati per reati legati alla droga saranno liberati. Uno studio del Thailand Development Research Institute ha stimato che la depenalizzazione farà risparmiare alle autorità circa 1,69 miliardi di baht (circa 50 milioni di dollari) in costi processuali.

Le reazioni internazionali alla nuova legge della Thailandia

Phil Robertson di Human Rights Watch ha detto che la decriminalizzazione del kratom, che è originario di Thailandia, Malesia, Indonesia e Papua Nuova Guinea, era “benvenuta, e francamente attesa da tempo”.La legalizzazione del kratom in Thailandia pone fine a un’eredità di criminalizzazione che abusa dei diritti di una droga che è stata a lungo usata nelle comunità rurali tradizionali del paese“, ha detto Robertson all’AFP. In Indonesia, il kratom è legale ma il suo status è in fase di revisione, con alcuni politici che spingono per la sua messa al bando.

La Thailandia e le leggi sulle droghe

I legislatori thailandesi hanno mostrato un certo appetito per la riforma delle dure leggi antidroga del regno negli ultimi anni. Nel 2019, la Thailandia è diventata il primo paese del sud-est asiatico a legalizzare la marijuana medica, e il governo ha investito nell’estrazione, distillazione e commercializzazione di oli di cannabis da usare nell’industria della salute. Ma le sovraffollate carceri thailandesi sono ancora piene di detenuti condannati a lunghe pene per reati di droga. Il possesso di poche pillole di metanfetamina può far guadagnare un decennio di carcere. Jeremy Douglas dell’Ufficio delle Nazioni Unite per la Droga e il Crimine ha detto che la Thailandia sta discutendo e considerando programmi di riabilitazione per i consumatori di metanfetamina per alleggerire la pressione sul sistema e “anche perché è più efficace“.