martedì, Giugno 25, 2024

La Russia sospende la sua partecipazione all’accordo sul grano

La Russia sospende la sua partecipazione all’accordo sul grano. Mosca ha preso tale decisione dopo gli attacchi al porto di Sebastopoli in Crimea. Il governo russo ha riferito che le navi attaccate dai droni ucraini facevano parte della Flotta del Mar Nero che garantiva i corridoi sicuri per le esportazioni di grano.  

La Russia sospende l’accordo sul grano

La Russia ha annunciato di aver sospeso la sua partecipazione all’accordo, raggiunto con la mediazione dell’ONU, sull’esportazione del grano dall’Ucraina. Il ministro della Difesa russo ha affermato che si tratta di una decisione necessaria in riposta all’attacco terroristico da parte di Kyiv alla baia di Sebastopoli, dove droni ucraini hanno colpito quattro navi russe che erano impegnate nell’esportazione del grano ucraino. “Tenendo conto dell’atto terroristico del 29 ottobre compiuto dal regime di Kyiv con la partecipazione di specialisti britannici contro navi della flotta del Mar Nero e navi civili impegnate a garantire la sicurezza del corridoio del grano, la parte russa sospende la partecipazione all’attuazione degli accordi sull’esportazione di prodotti agricoli dai porti ucraini”, ha scritto in una nota il ministro.

Mosca accusa Londra

Mosca ha accusato la Gran Bretagna di aver avuto un ruolo diretto nell’attacco a Sebastopoli. Secondo quanto riportato dall’agenzia TASS, i preparativi per l’attacco sarebbero stati condotti da specialisti britannici con sede a Ochakov, nell’oblast di Nikolaev. L’esercito russo accusa Londra di essere anche coinvolta nelle esplosioni avvenute le scorse settimane al gasdotto Nord Stream.  Il governo britannico respinge le accuse dei russi di un coinvolgimento di Londra nell’attacco odierno alla Crimea e nei sabotaggi al gasdotto Nord Stream. “Per sminuire la loro disastrosa gestione dell’invasione illegale dell’Ucraina, il ministero della Difesa russo sta ricorrendo a false affermazioni di portata epica. Questa storia inventata dice di più sulle frizioni all’interno del governo russo piuttosto che sull’Occidente “, ha affermato il ministero della Difesa britannico.

Teheran: pronti a colloqui con Kyiv per l’uso da parte di Mosca di droni

Intanto, l’Iran per la prima volta ammette che i droni utilizzati da Mosca nella guerra in Ucraina sono di sua fabbricazione. Teheran ha affermato che è disposta ad avviare colloqui bilaterali con l’Ucraina per discutere l’uso da parte della Russia, dei droni prodotti in Iran nel conflitto.


Leggi anche: Accordo sull’export di grano tra Russia e Ucraina

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles