Nella XL giornata di Serie A Frosinone e Verona vincono e continuano a inseguire la Spal capolista, la sfida salvezza tra Brescia e Latina termina in pareggio mentre il Carpi batte la Salernitana e scala la classifica.

 

BRESCIA – LATINA 1-1

Al Rigamonti il Brescia è in cerca di punti salvezza e ospita il Latina già retrocesso; nel primo tempo il ritmo è blando e le due squadre non riescono ad attaccare con continuità, gli ospiti si rendono pericolosi con l’ex Corvia e Pinato ma l’occasione più clamorosa capita sulla testa di Bisoli che però non riesce a battere Pinsoglio.

Nella ripresa la squadra di Vivarini scende in campo più determinata e inizia subito ad attaccare sfruttando la velocità di Insigne e Bonaiuto, e al 64′ si porta in vantaggio grazie all’autorete di Untersee che devia nella propria porta un cross dalla destra di Dellafiore.

La reazione del Brescia non si fa attendere, 3′ dopo il gol subito Bisoli colpisce la traversa sempre di testa; gli uomini di Cagni continuano a spingere rischiando di subire il raddoppio in contropiede ma all’ultimo minuto di recupero riesce a pareggiare grazie a Caracciolo che stoppa con la coscia una sponda di Bisoli e batte Pinsoglio con una bella girata mancina.

Termina così 1-1 la sfida tra Brescia e Latina, con questo pareggio i padroni di casa raggiungono l’Avellino in sedicesima posizione con 46 punti mentre gli uomini di Vivarini rimangono in ultima posizione a quota 31.

 

CARPI – SALERNITANA 2-0

Al Cabassi iniziano meglio gli ospiti che colpiscono un palo con Coda e sfiorano più volte il gol del vantaggio senza però riuscire a concretizzare, poi dalla mezzora sale in cattedra il Carpi che attacca con continuità sfruttando soprattutto le ripartenze di Lasagna che impegna per due volte Gomis.

Nella ripresa gli uomini di Castori scendono in campo più motivati e prima sfiorano il gol con Struna che va in percussione e colpisce la traversa con un tiro violento dal limite, poi si portano in vantaggio al 73′ quando Bianco realizza il gol dell’1-0 su rigore concesso per fallo di Tula ai danni di Mbakogu.

Gli ospiti non riescono a reagire e subiscono il gol del raddoppio 2′ più tardi firmato da Lasagna che approfitta di una respinta corta di Gomis per insaccare in tuffo; nel finale i padroni di casa gestiscono la partita facilmente anche grazie alla superiorità numerica per l’espulsione di Odjer per doppia ammonizione.

Termina 2-0 la sfida playoff tra Carpi e Salernitana, con questa vittoria i biancorossi si confermano tra le prime otto salendo in sesta posizione a quota 58 punti mentre la squadra di Bollini rimane ferma a quota 51 e si allontana dalla zona playoff.

 

FROSINONE – TRAPANI 1-0

Al Matusa iniziano meglio i padroni di casa che all’11’ sono già in vantaggio grazie al gol di Dionisi su cross di Ciofani tra le proteste dei siciliani per presunta posizione di offside dell’attaccante abruzzese; gli uomini di Marino continuano a spingere e sfiorano il raddoppio al 16′ con Fiamozzi ma Pigliacelli riesce a parare.

Nel secondo tempo il Frosinone conquista subito un calcio di rigore per fallo di Pigliacelli su Dionisi ma l’estremo difensore granata si fa perdonare parando il tiro dal dischetto di Ciofani; nella seconda metà della ripresa gli ospiti reagiscono e iniziano ad attaccare con continuità sfiorando il gol con Casasola e Manconi che però non riescono a concretizzare, nel finale Sammarco sfiora il raddoppio di testa ma dopo 4′ di recupero termina 1-0 la sfida tra Frosinone e Trapani.

Con questa vittoria la squadra di Marino tiene la scia di Verona e Spal confermandosi al terzo posto con 71 punti e salendo a +10 sul Perugia quarto mentre i granata incassano la terza sconfitta consecutiva in trasferta e rimangono al quintultimo posto con 44 punti.

 

VIRTUS ENTELLA – VERONA 1-2

Iniziano meglio gli ospiti che si portano in vantaggio al 3′ grazie al tiro dai 25 metri di Bassa sul quale Iacobucci non è irresistibile, e 7′ più tardi trovano il raddoppio con il colpo di testa di Pisano su cross di Romulo; la squadra di Castorina reagisce rendendosi pericolosa soprattutto con le iniziative del giovane Zaniolo che però non riesce a concretizzare.

Nella ripresa i biancazzurri accorciano subito le distanze al 54′ grazie al rigore concesso per fallo di Caracciolo su Catellani in area e realizzato da Caputo; il Verona accusa il colpo ma riesce a gestire il risultato, nel finale viene espulso Di Paola per un brutto fallo a centrocampo su Pazzini.

Termina 1-2 la sfida tra Virtus Entella e Verona, con questa vittoria gli scaligeri restano in seconda posizione con 72 punti e a -3 dalla Spal capolista mentre i padroni di casa rimangono a metà classifica con 51 punti.

 

 

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here