domenica, Maggio 19, 2024

I 6 migliori shampoo per radici grasse

Chiunque abbia avuto a che fare con un cuoio capelluto grasso sa quanto sia fondamentale uno shampoo ben formulato. Naturalmente, lo shampoo è un punto fermo nella routine di cura dei capelli della maggior parte delle persone, ma per coloro che hanno radici grasse, l’uso del prodotto giusto può fare la differenza. Io lo so bene: ho capelli molto fini che si appesantiscono facilmente. Nel momento in cui il mio cuoio capelluto diventa grasso, lo si nota in modo evidente.

Per trovare una soluzione, ho provato degli shampoo riequilibranti per vedere se possono aiutarmi a mantenere le radici sollevate e pulite tra un lavaggio e l’altro. Presto entrerò nello specifico dei miei test, ma per dare un’idea generale: Ho cercato shampoo che detergessero ma non spogliassero, non seccassero o danneggiassero i miei capelli, fossero puliti e naturali e non contenessero solfati.

Dopo averli testati, ecco le formule migliori a cui darei volentieri il mio marchio di approvazione.

Una rapida occhiata ai migliori shampoo per capelli grassi

Il migliore in assoluto: Briogeo Superfoods Mango + Cherry Oil Control & Balancing Shampoo
Il migliore per i capelli fini: Ceremonia Weightless Hydration Shampoo for Fine/Thin Hair
Il migliore per il cuoio capelluto irritato: Aveda Scalp Solutions Balancing Shampoo
Miglior risciacquo: dpHue ACV Hair Rinse
Il migliore per l’uso quotidiano: Act & Acre Cold Processed Hair Cleanse
Il migliore senza silicone: JVN Full Shampoo

Come abbiamo testato i migliori shampoo per capelli grassi

Efficacia: Innanzitutto, la formula deve pulire alla radice e aiutare a bilanciare l’olio tra un lavaggio e l’altro.
Esperienza: Abbiamo valutato l’attrattiva sensoriale del prodotto in base alla consistenza, alla spalmabilità, alla facilità d’uso, alla schiuma (se applicabile) e al risciacquo.
Non si asciuga: È importante che la formula non disidrati o danneggi la fibra capillare, quindi abbiamo incluso solo formule che infondessero una leggera idratazione nei lavaggi.
Ingredienti: Tutte le formule di questo elenco sono prive di solfati, pulite e includono estratti naturali. Abbiamo valutato le formule in base agli agenti detergenti utilizzati e agli attivi extra. Abbiamo anche spiegato se i prodotti avevano una fragranza e, in caso affermativo, se l’abbiamo apprezzata.

IL MIGLIORE IN ASSOLUTO

Superfoods Mango + Cherry Oil Control & Balancing Shampoo

Mi sono innamorata di questa formula alla prima schiuma: Ha il perfetto equilibrio tra idratazione leggera, pulizia profonda, schiuma sensoriale e controllo dell’olio a lunga durata. In sostanza, è tutto ciò che si desidera in uno shampoo per radici grasse. Uso questo shampoo quando voglio che le mie radici siano ben sollevate e che abbiano una buona tenuta (leggi: quando voglio che la mia piega duri diversi giorni).

MIGLIORE PER CAPELLI FINI
Shampoo idratante senza peso per capelli fini e sottili Ceremonia

Capelli fini e sottili e radici grasse vanno di pari passo. Dovrei saperlo, ho i capelli molto fini. La spiegazione è abbastanza semplice: Ci sono meno capelli per assorbire l’olio e meno volume per aiutare a mascherare il grasso.

E questo shampoo porta i capelli da appesantiti a privi di peso. La nostra recensore, la redattrice di bellezza Jamie Schneider, osserva: “Senza peso è proprio la parola giusta per questo shampoo. Quando lo uso, le mie ciocche si sentono soffici, pulite e leggere come l’aria. Questo è lo shampoo che mi ha fatto capire l’importanza di un detergente adeguato per capelli setosi. Da quando l’ho provato, le mie ciocche non sono mai state così morbide. Sono ossessionata! “

MIGLIORE PER IL CUOIO CAPELLUTO IRRITATO


Aveda Scalp Solutions Shampoo equilibrante

Un fatto non così divertente, ma l’irritazione può innescare un eccesso di produzione di olio. Quando la barriera è compromessa o c’è un’infiammazione, le ghiandole oleifere vanno in tilt. Ecco perché è così importante riequilibrare il cuoio capelluto, che aiuta a risolvere il problema alla radice. Questa formula delicata e rinfrescante aiuta a calmare la pelle, contrastando l’oleosità a lungo termine.

IL MIGLIOR RISCIACQUO


dpHue ACV Risciacquo per capelli

Per chiarire: questo non è uno shampoo. I risciacqui sono pensati per completare il programma di lavaggio, aiutandovi ad allungare i tempi tra uno shampoo e l’altro e a bilanciare la produzione di olio. Sono prodotti supplementari, non sostitutivi. E per chi ha i capelli grassi, sono un vero e proprio cambio di rotta. Invece di fare uno shampoo al giorno, sostituitelo con questo risciacquo: vi aiuterà a rinfrescare le radici, a bilanciare l’olio e a gestire la produzione di olio a lungo termine.

Adoro usare il classico risciacquo di culto di dpHUE tra un lavaggio e l’altro come rinfrescante dello stile, e lo faccio da anni. È uno dei miei prodotti preferiti di sempre. Hannah Frye, assistente alla redazione di bellezza, concorda: “Questo prodotto è stato progettato per essere usato in aggiunta ad altri shampoo e per questo lo adoro. Aiuta a rinfrescare le radici a tendenza grassa senza dover fare uno shampoo completo. Ha colmato una lacuna nella mia routine”.

MIGLIORE PER L’USO QUOTIDIANO


Act & Acre – Detergente per capelli trattato a freddo

Il team di bellezza di mindbodygreen è un grande fan del marchio Act & Acre. Le sue formule si preoccupano seriamente di prendersi cura del cuoio capelluto, e infondono nei prodotti ingredienti di qualità per la cura della pelle (sono tutti progettati da una tricologa e hair stylist certificata, Helen Reavy). Questo shampoo è un classico. È destinato all’uso quotidiano, o a giorni alterni, cosa di cui molte persone con radici grasse sentono di aver bisogno. Se si deve fare uno shampoo così regolarmente, è molto importante trovare un’opzione che non irriti il cuoio capelluto o disidrati le ciocche. Questo fa proprio questo alla perfezione. Come nota uno dei nostri recensori Schneider, “Questo è in cima alla lista dei miei shampoo preferiti di sempre. Fa una schiuma da sogno, elimina efficacemente gli accumuli e non lascia il cuoio capelluto secco e arido”.

MIGLIOR VOLUMIZZANTE

JVN Embody Shampoo Volumizzante

Questo è un mix tra uno shampoo chiarificante e uno shampoo per la crescita dei capelli, quindi è l’ideale per chi desidera un aumento di volume. Non solo vi darà una spinta temporanea alle radici (grazie alla pulizia profonda), ma la caffeina può aiutare a stimolare una crescita sana dei capelli a lungo termine.

Quali sono le cause del cuoio capelluto grasso


Come per la pelle, sono diversi i fattori che contribuiscono all’aumento della produzione di olio sul cuoio capelluto. In definitiva, è molto probabile che sia una combinazione di fattori a scatenare l’abbondanza di olio.

Ecco una rapida panoramica delle cause, ma potete approfondire l’argomento nella nostra guida al cuoio capelluto grasso.

Lavaggio eccessivo: un lavaggio troppo zelante spoglia il cuoio capelluto e lo induce a pensare che sia secco. Questo, a sua volta, manda in tilt le ghiandole sebacee, facendo sì che i capelli producano più velocemente olio. Per questo motivo è importante trovare uno shampoo che non sia un prodotto che spruzza e che non contenga solfati, oltre a trovare il vostro programma di lavaggio ideale. (Maggiori informazioni nella prossima sezione).
Lavaggio insufficiente: se da un lato non si deve esagerare con il lavaggio, dall’altro non lo si deve saltare del tutto. Proprio come il lavaggio del viso è la base di una solida routine di cura della pelle, la pulizia del cuoio capelluto è il fondamento di capelli sani.
Uso improprio del balsamo: Il balsamo dovrebbe essere applicato a non più di un quarto di distanza dalla radice. Iniziate dalla fine, applicando generosamente il prodotto in questa zona, che manca di idratazione e olio. Risalire le ciocche fino a pochi centimetri dal cuoio capelluto.
Impregnazione di prodotto: L’accumulo di prodotto dovuto a leave-in, prodotti per lo styling, cellule morte e sporcizia può portare a un cuoio capelluto dall’aspetto unto. L’accumulo di prodotto può anche scatenare un’infiammazione che porta a una maggiore produzione di olio.
Eccessivo styling: Quando si acconciano e si ristrutturano i capelli tra un lavaggio e l’altro, aumenta la quantità di volte in cui si applica il calore e si toccano i capelli.
Stress: L’ormone dello stress, il cortisolo, innesca la produzione di olio sul viso e sul cuoio capelluto.
Ormoni: Gli squilibri ormonali possono portare a un aumento della produzione di sebo, come dimostrano le ricerche. Infatti, la produzione di sebo è controllata dagli ormoni1, tra cui il testosterone, altri androgeni, il progesterone, il cortisolo e i fattori di crescita.
Dieta: Gli studi dimostrano2 che esiste un legame tra i latticini, in primo luogo il latte scremato, e il sebo. Altri studi mostrano una forte connessione tra gli alimenti ad alto indice glicemico e l’olio nella pelle3.
Tipo di capelli: I tipi di capelli giocano un ruolo importante in questa discussione, poiché alcuni sono molto più inclini all’accumulo di olio di altri. In particolare? Capelli fini e sottili che hanno una consistenza minima, come quelli lisci o a onde larghe.
Genetica: proprio come il viso, il cuoio capelluto può produrre più olio rispetto alla media delle persone. In genere chi ha la pelle del viso grassa ha anche una maggiore produzione di olio sul cuoio capelluto.

Con quale frequenza le persone con il cuoio capelluto grasso dovrebbero lavarsi i capelli?


Sia gli esperti che i consumatori si scontrano con questo problema perché non esiste un’equazione esatta che vada bene per tutti, sempre. I nostri tipi di cuoio capelluto e di capelli hanno esigenze diverse, per non parlare del fatto che sono influenzati dal clima, dai prodotti utilizzati e dai livelli di attività.

Per chi ha radici o capelli grassi, tuttavia, una buona regola è ogni 2-3 giorni.

Tuttavia, diversi fattori possono influenzare questa cadenza:

Livello di attività: Se fate allenamenti ad alta intensità o sudorazione, potreste scoprire che un lavaggio quotidiano è obbligatorio.
Tempo atmosferico: Chi vive in climi umidi potrebbe avere bisogno di uno shampoo più frequente.
Capelli secchi: Alcune persone hanno capelli misti (fibra secca e radici grasse). Si tratta di un equilibrio delicato: si vuole pulire il cuoio capelluto, ma non si vuole privare i capelli dei loro oli protettivi. Se possibile, è consigliabile lavare i capelli meno frequentemente.
Scaglie: Chi soffre di forfora (dermatite seborroica) avrà probabilmente bisogno di uno shampoo più frequente, in quanto “aiuta a lavare via il lievito e le cellule morte della pelle”, afferma il dermatologo Hadley King, M.D. Chi soffre di scaglie dovrebbe anche incorporare formule con proprietà antimicotiche per aiutarlo a trattare le scaglie, come questi shampoo all’acido salicilico o all’albero del tè.
Tipo di capelli: Mentre i capelli di tipo 1 e 2 tendono a essere più grassi, anche quelli ricci possono avere radici grasse. Tuttavia, le persone con i capelli ricci tendono ad avere ciocche più secche, quindi puntate su shampoo meno frequenti per non danneggiare la fibra capillare.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles