Giornata della memoria, Biella ricorda l’antifascista Angelo Cova

0
392
Giornata della memoria
Da oggi le iniziative della Giornata della memoria a Biella

Angelo Cova e l’antifascismo biellese protagonisti delle iniziative della Giornata della memoria. Gli appuntamenti organizzati dalla sezione locale dell’Anpi in collaborazione con alcune associazioni si svolgono da oggi a lunedì. Dà inizio alle iniziative la proiezione del documentario sull’insegnante deportato a Mauthausen in programma questa sera.

Giornata della memoria, nel week end a villa Schneider gli scritti sulla Shoah

Il documentario Il prezzo della libertà. Angelo Cova, un professore antifascista è un lavoro realizzato da Piergiorgio Clerici e Rolando Magliola che narra le vicende di un oppositore al Regime. Il progetto, presentato nel 2018, riunisce le testimonianze di chi ha conosciuto il partigiano, la figlia Vittoria e Giulio Jona che Cova aiutò durante le persecuzioni degli ebrei. Fin dagli anni Venti il giovane ebbe delle difficoltà a trovare impiego a causa delle sue idee antifasciste, ma riuscì a diventare insegnante a Biella. Alla fine del 1943 fu arrestato e portato in un campo di sterminio da cui ritornò nel 1945 debilitato. Per la Giornata della memoria Enti ed associazioni ricordano il docente che è stato tra i promotori del movimento partigiano del biellese.

Sabato alle 17.30 ci sarà la fiaccolata Biella non dimentica con partenza da via Italia nei pressi del monumento Fons vitae. Il percorso toccherà i portici del Comune, via Amendola e villa Schneider. Domenica e lunedì nel palazzo sede dell’Anpi di Biella, luogo simbolo delle oppressioni del Regime, sarà visitabile una mostra sulla deportazione. Sulla cancellata della villa saranno attaccati gli scritti realizzati nell’ambito dell’iniziativa Ricopiare e mandare a memoria. La tragedia della Shoah ha segnato la popolazione locale e anche tra le nuove generazioni è vivo il desiderio di impedire nuovamente un simile orrore. Gli appuntamenti della Giornata della memoria si chiuderanno il 27 gennaio con l’omaggio alla lapide di Vicolo del Bellone al Piazzo in prossimità dell’ex-carcere e della Sinagoga.

Commenti