Francia: manifestanti prendono d’assalto l’ufficio della borsa

0
392
Francia: manifestanti prendono d'assalto l'ufficio della borsa

Non si fermano le proteste in Francia contro la riforma delle pensioni, dove un gruppo di manifestanti ha preso d’assalto l’ufficio della borsa a Parigi.

Francia: manifestanti prendono d’assalto Euronext

Un gruppo di manifestanti è entrato negli uffici dell’operatore di borsa Euronext nel quartiere degli affari La Défense di Parigi, dicendo che le grandi aziende devono pagare per finanziare le pensioni, come parte delle proteste contro la riforma delle pensioni voluta dal presidente Macron. “Ci viene detto che non ci sono soldi per finanziare le pensioni”, ha detto il sindacalista di Sud-Rail Fabien Villedieu. “Ma non c’è bisogno di prendere i soldi dalle tasche dei lavoratori, ce n’è un po’ nelle tasche dei miliardari”, ha aggiunto.
Sventolando bandiere sindacali, il gruppo di 200-300 manifestanti ha occupato brevemente l’atrio di Euronext, avvolto dal fumo rosso dei razzi, e ha cantato parole popolari tra i manifestanti per le pensioni: “Siamo qui, siamo qui, anche se Macron non lo vuole, siamo qui “.

Sono ormai diverse settimane che i francesi protestano contro la riforma delle pensioni. Le proteste, che spesso sono diventate violente, non hanno però fermato il presidente Macron di promulgare la legge. Il presidente francese ha infatti firmato la legge dopo la Corte costituzionale si è pronunciata a favore della riforma.


Leggi anche: Riforma delle pensioni in Francia: via libera della Corte costituzionale