Champions League, gruppo C: 0-0 tra Qarabag e Atletico Madrid e 3-3 tra Chelsea e Roma

0
243

QARABAG- ATLETICO MADRID

Brutto momento per gli uomini di Simeone che non ottengono la vittoria in terra azera necessaria per non rimanere troppo distaccati da Chelsea e Roma. I Colchoneros, forse ancora privi di energie dopo la partita di Liga col Barca, si fanno dominare dai padroni di casa che non si mostrano intimoriti degli avversari e grazie a grinta e pressing costante ottengono il loro primo storico punto in Champions.

I primi 20 minuti vedono una continua gestione della partita da parte del Qarabag con l’Atletico che si limita a svolgere la parte dello spettatore. I Colchoneros si mostrano pericolosi solamente al 27’con Carrasco, servito da un bel filtrante di Griezmann, che ci prova con un diagonale destro costringendo Sehic a superarsi.

Il resto del primo tempo vede delle continue incursioni offensive dei padroni di casa con gli avversari che si limitano ad alcune azioni individuali. L’Atletico non riesce a sfruttare una bella occasione con Saul che, dopo la sponda di Godin, si ritrova all’altezza del dischetto di rigore, ma il suo colpo di testa viene facilmente parato da Sehic. Il numero uno azero poi salva la sua porta ponendo fine alla combinazione tra Gameiro e Griezmann con una bella parata.

Il secondo tempo incomincia con un Atletico molto più propositivo che al 52’ trova anche il gol del vantaggio con Griezmann che viene annullato, giustamente, per fuorigioco. Nonostante un approccio diverso alla partita la squadra di Simeone non riesce a sbloccarsi e al 70’ il Cholo inserisce Torres e Correa al posto di Carrasco e Gameiro.

I cambi non hanno il risultato sperato e il Qarabag continua a dominare il match e sembra credere nella possibile vittoria, resa più complicata dall’espulsione di Ndlovu che cade nel contatto con Godin e rimedia il secondo giallo per simulazione con conseguente cartellino rosso.  Il numero 9 degli azeri reclama il calcio di rigore e il replay evidenzia il contatto netto con Godin, ma l’arbitro Buquet decide diversamente.

Gli ospiti avrebbero una succulenta opportunità all’84’ quando Sehic non trattiene il tiro di Griezmann, ma Torres, a cui giunge il traversone di Gabi che si era avventato sul pallone, non riesce a deviare di testa la palla in rete.

Gli azeri ottengono così il loro primo punto in Champions, mentre i Colchoneros chiudono il girone d’andata senza vittorie con solamente due punti in tasca.

QARABAG-ATLETICO MADRID 0-0

QARABAG (4-5-1): Sehic; Medvedev (71’ Rzezniczak), Guseynov, Sadygov, Agolli; Pedro Henrique (69’ Guerrier), Richard, Michel (85’ Elyounoussi), Garayev, Madatov; Ndlovu.

Allenatore: Gurbanov

ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak; Vrsaljko, Godin, Gimenez, Filipe Luis; Gaitan (64’ Partey), Saul, Gabi, Carrasco (72’ Correa); Griezmann, Gameiro (72’ Torres).

Allenatore: Simeone

ARBITRO: Ruddy Buquet (FRA)

AMMONITI: Michel, Guseynov, Ndlovu

ESPULSI: Ndlovu per doppia ammonizione

 

CHELSEA- ROMA

Simeone per stare più tranquillo deve sperare in una vittoria del Chelsea allo Stamford Bridge, ma i giallorossi infrangono le sue speranze con un’ottima prestazione in suolo londinese.

Lo spettacolare 3-3 permette alla squadra di Di Francesco di restare seconda a +3 sull’Atletico Madrid.

Il tecnico giallorosso stupisce tutti con la formazione iniziale: inserisce Gerson nel tridente d’attacco e lascia fuori De Rossi e Florenzi, permettendo a Gonalons di giocare dal primo minuto assieme a Strootman e Nainggolan.

La Roma tiene il pressing molto alto, mostrandosi per nulla intimorita dal valore degli avversari e già al 6’ Perotti ci prova con un tiro dal limite che esce di poco. I giallorossi giocano bene, ma devono fare i conti con troppe disattenzioni difensive e con un Juan Jesus molto distratto che all’11’ di fatto serve involontariamente un assist per David Luiz che lo sfrutta al massimo confezionando il vantaggio dei Blues grazie a un tiro assolutamente imprendibile per Alisson. 1-0.

I giallorossi non si abbattono e ci provano subito con Nainggolan che da distanza ravvicinata sferra una bordata sui piedi di Courtouis, ma il Chelsea approfitta di un altro errore difensivo, stavolta di Bruno Peres, e trova il raddoppio con Hazard. 2-0.

La serata sembra ormai decretare la vittoria dei padroni di casa con una Roma che gioca bene ma che non riesce ad essere particolarmente incisiva, quando Kolarov al 40’ riaccende le speranze con un gran sinistro. 2-1.

Il secondo tempo si apre con un costante assedio della Roma che vuole recuperare il risultato e mette in seria difficoltà la squadra di Conte. Al 54’ Courtouis salva la propria porta togliendo dal piede di Dzeko, tutto solo nell’area piccola, un gol sicuro.

L’attaccante bosniaco ci pensa al 64’quando sfrutta al meglio un lancio lungo di Fazio siglando il pareggio giallorosso con uno splendido sinistro al volo. 2-2.

Con questa perla Dzeko rompe il tabù che non lo vedeva mai a segno contro i Blues, nonostante le 5 stagioni giocate in Premier, ma il numero 9 giallorosso non si accontenta  e dopo solamente 6 minuti, al 70’ firma il vantaggio della Roma insaccando di testa un cross di Kolarov.  3-2.

Un’altra leggerezza difensiva sfuma il sogno giallorosso dell’impresa a Stamford Bridge: al 75’ Hazard si avventa di testa su un cross di Pedro e trova il pareggio. 3-3.

Hazard salva così il primato di Conte nel girone e la Roma mantiene i 3 punti sull’Atletico, fermato a Baku dal Qarabag.

CHELSEA-ROMA 3-3 (2-1)

MARCATORI: 11’ David Luiz, 37’ Hazard, 40’ Kolarov, 64’ Dzeko, 70’ Dzeko, 75’ Hazard

CHELSEA (3-5-2): Courtois; Azpilicueta, Christensen, Cahill; Zappacosta (77’ Rudiger), Bakayoko, David Luiz (57’ Pedro), Fabregas, Alonso; Hazard (80’ Willian), Morata.

Allenatore: Conte

ROMA (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Nainggolan, Gonalons, Strootman (83’ Florenzi); Gerson (73’ Pellegrini), Dzeko, Perotti (88’ El Shaarawy).

Allenatore: Di Francesco

ARBITRO: Skomina (SLO)

AMMONITI: Bakayoko

 

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here