lunedì, Aprile 15, 2024

Argentina: Milei presenta la legge Omnibus

In Argentina, il governo Milei presenta la legge Omnibus che propone una trasformazione radicale del panorama politico ed economico.

Argentina: presidente Milei presenta la legge Omnibus

Il governo Milei ha inviato al Congresso un disegno di legge senza precedenti, denominato “Legge delle basi e punti di partenza per la libertà degli argentini”.  Questa legge Omnibus, che copre 664, propone una trasformazione radicale del panorama politico ed economico dell’Argentina. Questo progetto copre una vasta gamma di riforme che spaziano dalla ristrutturazione dello Stato alla deregolamentazione economica. I punti salienti includono l’eliminazione delle primarie aperte, simultanee e obbligatorie (PASO), cambiamenti significativi alla legislazione penale e nuove restrizioni sulle manifestazioni pubbliche e sui picchetti.

Al centro della legge Omnibus ci sono provvedimenti per l’economia argentina. Nel decreto viene dichiarata l’emergenza pubblica in materia economica, finanziaria, fiscale e previdenziale, di sicurezza, difesa, tariffaria, energetica, sanitaria, amministrativa e sociale, fino al 31/12/2025, per delegare queste funzioni al Governo. I provvedimenti principali per l’economia includono la privatizzazione di 41 aziende statali, tra cui giganti come Aerolíneas Argentinas o YPF. Inoltre, viene proposta un’amnistia fiscale fino a novembre 2024 per promuovere la regolarizzazione fiscale. Il “Regime di regolarizzazione degli obblighi fiscali, doganali e previdenziali” esenterà dal pagamento di una tassa speciale chi dichiara meno di 100mila dollari. Per quanto riguarda le riforme in materia di sicurezza e giustizia, il progetto prevede dure sanzioni per chi partecipa ai picchetti e aggiunge restrizioni all’organizzazione di manifestazioni. Inoltre, introduce il processo con giuria per reati con condanne superiori a cinque anni e rafforza i poteri delle forze di sicurezza.

La legge prevede anche cambiamenti politici ed elettorali. La legge mira infatti a modificare la struttura elettorale argentina, eliminando il PASO e alterando la composizione della Camera dei Deputati. Viene proposto un sistema di voto in collegio uninominale e vengono stabilite restrizioni per i funzionari pubblici coinvolti nella politica dei partiti.

Ecco i punti più importanti della legge:

Promozione della libertà economica: si concentra sul rafforzamento dell’economia di mercato e della democrazia liberale, limitando l’intervento statale e promuovendo l’iniziativa privata.

Delega di poteri all’esecutivo: propone una delega legislativa all’esecutivo in varie questioni come economia, sicurezza, difesa, tra gli altri, fino a dicembre 2025.

Riforma amministrativa: si cerca di riorganizzare la pubblica amministrazione per renderla più efficiente, compresa la possibilità di privatizzazioni e ristrutturazioni.

Regolazione e semplificazione dei processi: si propone di sburocratizzare e digitalizzare i processi amministrativi, oltre a semplificare la regolamentazione in vari ambiti. Creata l’Agenzia per i mercati e la concorrenza.

Riforme in vari settori: sono contemplati cambiamenti in settori come l’energia, la difesa, il commercio internazionale e altri, alla ricerca di una maggiore efficienza e apertura alla concorrenza.

Tutela dei diritti e delle libertà: viene sottolineata la tutela della proprietà privata e dei diritti individuali, nonché la sicurezza dei cittadini.

Promozione dell’occupazione e della produzione: l’obiettivo è promuovere l’occupazione privata e la riattivazione produttiva, comprese misure per la regolarizzazione dei debiti fiscali e doganali.

Emergenza pubblica: viene dichiarata un’emergenza pubblica in diverse aree fino al 2025, con possibilità di proroga, che conferisce poteri straordinari all’Esecutivo.

Educazione e Cultura: si suggeriscono cambiamenti nel sistema educativo e nell’organizzazione della cultura e del turismo. Le università potranno tariffare l’istruzione agli stranieri non residenti. Si legalizza l’homeschooling e l’unschooling. I professionisti non insegnanti sono autorizzati a partecipare al processo educativo. È vietato l’ingresso di persone senza diploma scuola secondaria completa nelle scuole superiori.

Trasporti e ambiente: vengono proposti miglioramenti nell’organizzazione dei trasporti e cambiamenti nella legislazione ambientale. Si convalida l’adesione agli accordi di Parigi sul clima.


Leggi anche: Argentina: Milei annuncia la deregolamentazione dell’economia

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles