Almanacco Del 26 Marzo

0
179

E’ l’85° giorno dell’anno, 12ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 280 giorni.

A Roma il sole sorge alle 06:02 e tramonta alle 18:29 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 06:13 e tramonta alle 18:43 (ora solare)
Luna: 5.11 (tram.) 15.45 (lev.)

Santi del Giorno

Santo Emanuele (Martire)
San Ludgero di Munster (Vescovo)

Santo Quadrato (Martire)
Santo Teodosio (Martire)
San Bercario (Abate)
San Castulo (Martire)
Sant’Eutichio di Alessandria
Santi Montano e Massima (Sposi, Martiri)

Etimologia

 Emanuele, nome biblico, deriva dall’invocazione con la quale il profeta Isaia invocò il Messia atteso dal “popolo eletto”: “Imma-nu-El”, “Dio è con noi”. Nel Vangelo secondo Matteo, anche Gesù era indicato con l’epiteto di “Immanuel”. Da qui la pronta diffusione del nome già nelle prime comunità cristiane.

Proverbio del giorno

Quando marzo è piovoso, il frutteto è generoso.

Aforisma del giorno

La nostra nascita non è altro che l’inizio della nostra morte. (Edward Young)

Sei nato oggi?

 Anche se non ti mancano l’ardore e l’entusiasmo tipici del tuo segno, riesci comunque ad agire in modo prudente e ponderato. Questa particolare combinazione ti permette di ottenere nel lavoro buoni risultati o addirittura un grande successo. In amore prediligi le situazioni stabili, detesti le tensioni e riesci a creare intorno a te un clima sereno e rassicurante.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Venerdì 26 Marzo 2021

Accadde Oggi

Debutta la prima band virtuale

lunedì 26 marzo 2001 (20 anni fa)

Debutta la prima band virtuale2D è un ex ragazzino stupido, abile tastierista, che entra in coma perché un folle sfonda con l’auto il negozio di strumenti musicali dove lavora. Quel folle si chiama Murdoc, suona il basso e gli propone di metter su una band. Il progetto si completa con il batterista Russel, cacciato da una scuola perché indemoniato, e la piccola giapponesina Noodle, sbucata da un pacco insieme alla sua chitarra elettrica.

Individui originali ma come ve ne sono tantissimi nel panorama musicale. Tutto normale, quindi, se non fosse che i quattro sono in realtà personaggi immaginari, creati dalla fervida fantasia del fumettista Jamie Hewlett. La paternità dell’idea, però, spetta in primis a Damon Albarn, leader del gruppo rock Blur. È lui ad avere l’improvvisa folgorazione della “cartoon band” nel 1998, guardando una sera il canale televisivo MTV, e a proporla a Hewlett, suo convivente.

Albarn chiama in causa due colleghi musicisti, Del tha Funkee Homosapien e Dan the Automator, con cui aveva collaborato in passato. Sotto il nome “Gorilla” i tre incidono Ghost Train, brano poi inserito come lato-b del singolo Rock the House (terzo estratto dal primo album). Qui si anticipano le sonorità del futuro complesso, riconducibili per lo più al genere alternative rock.

Cambiato il nome in Gorillaz, i tre pubblicano nel 2000 il primo singolo Tomorrow Comes Today, che incontra ampio consenso tra il pubblico britannico, grazie anche all’alone di mistero che circonda il gruppo di cui non si conoscono ancora i componenti. La strategia vincente di suspense adottata dai produttori si sviluppa attraverso successivi indizi sull’identità dei musicisti, di cui, sul sito ufficiale, vengono fatte circolare biografie inventate e la rappresentazione virtuale dello studio di registrazione (Kong Studios).

Preceduto dal secondo singolo Clint Eastwood che spopola per mesi in tutte le radio, il 26 marzo 2001 esce nei negozi il loro album di debutto Gorillaz, edito dalla Parlophone. Quindici tracce che spaziano dall’hip hop al dub, dal funk al latino-americano, cariche di ironia sul mestiere di artista musicale e di situazioni surreali. Mentre le vendite aumentano a vista d’occhio, i fan rimangono attoniti nello scoprire che i loro beniamini sono dei personaggi animati e si mettono subito a caccia dei veri artefici delle performance musicali.

I Gorillaz diventano il fenomeno mediatico d’inizio millennio e il successo del loro album va oltre ogni rosea aspettativa: più di 10 milioni di copie vendute in tutto il mondo, che valgono una menzione nel Guinnes dei primati come “band virtuale di maggior successo”. Per Albarn e i numerosi artisti, che di volta in volta lo affiancano, è la vittoria di una sfida rivoluzionaria e di un marchio che può riservare interessanti scenari per il futuro.

Quattro anni più tardi esce la seconda opera Demon Days, che fa incetta di dischi di platino negli Stati Uniti e in Europa, vincendo inoltre un Grammy Award nel 2006 come “Miglior Collaborazione Vocale Pop”. Ne seguono altri due, Plastic Beach e The Fall (entrambi nel 2010), e nel 2011 un “best of” dei singoli più acclamati. In questa fase entra in gioco un quinto membro: Cyborg Noodle.

Il genio di Guglielmo Marconi

26 marzo 1930

Porto di Genova, Yacht club. Sono le 11 e 03 quando Guglielmo Marconi, a bordo della Elettra, la sua nave laboratorio, premendo un pulsante invia impulsi nell’etere che consentono di accendere, a 22 mila chilometri di distanza, le luci del municipio di Sydney in Australia.

Pace Israele – Egitto

26 marzo 1979

A Washington viene firmato il trattato di pace israelo-egiziano in seguìto agli accordi di Camp David del 1978. L’Egitto di Sadat è il primo paese arabo a riconoscere Israele. La Giordania lo farà solo nel 1994 col trattato di pace israelo-giordano.

Gli elementi principali dell’accordo sono il riconoscimento reciproco dei due Paesi, la fine dello stato di guerra e la restituzione della penisola del Sinai, occupata da Israele fin dal 1967.

Prima “Mille miglia”

26 marzo 1927

Parte la prima edizione della “Mille miglia”. Al via ci sono settantacinque equipaggi, due soli stranieri. La vittoria va agli italiani Ferdinando Minoia e Giuseppe Morandi sulla OM 665 S Spyder, in 21 ore, 4 minuti, 48 secondi.

Nelle intenzioni dei suoi ideatori (Aymo Maggi, Renzo Castagneto e Franco Mazzotti), la “Mille miglia” doveva svolgersi in un’unica edizione su un percorso ad “otto” (Brescia-Roma-Brescia). Ma l’enorme successo ottenuto incoraggia gli organizzatori a ripetere l’evento per 24 volte. Ferrari la definirà “la corsa più bella del mondo”.

Nati in questo giorno

Steven Tyler

data di nascita: venerdì 26 marzo 1948 (73 anni fa)

Steven Tyler: Leader della rockband Aerosmith, è tra i maggiori cantanti della storia del rock, noto come il “demone urlante” per la peculiarità della sua voce e le movenze da ballerino, in cui prende a modello il grande Mick Jagger.

Nato a Yonkers, nello stato di New York, da padre italiano (originario di Crotone) e madre russa, Steven Victor Tallarico, il vero nome, muove i primi passi al Trow Rico Lodge, un ristoro musicale in New Hampshire di proprietà della famiglia.

A quattordici anni, dopo aver iniziato a suonare la batteria, entra nella band del padre, i Vic Tallarico Orchestra. Passato con “The Strangers”, ottiene il primo ingaggio e un discreto successo, fino a che il gruppo si scioglie.

Nel 1970 con Joe Perry e Tom Hamilton fonda gli “Aerosmith” e con loro comincia a scalare le classifiche, prendendo ispirazione dalla musica dei Rolling Stones e facendo centro nel 1975 e nel 1976 con gli album “Toys in the Attic” e “Rocks”. L’apice lo toccano con Get a Grip, il maggior successo commerciale del gruppo con oltre 20 milioni di copie vendute nel mondo.

Autore nel 1998 di “I Don’t Want Miss a Thing”, colonna sonora del film Armageddon (in cui recita la figlia Liv Tyler), nel 2004 duetta con Carlos Santana nel brano “Just feel better”. S’intitola “Walk This Way: The Autobiography of Aerosmith” la sua autobiografia, pubblicata nel 2003.

Palmiro Togliatti

data di nascita: domenica 26 marzo 1893 (128 anni fa)
data morte: venerdì 21 agosto 1964 (56 anni fa)

Palmiro Togliatti: Leader storico del Partito Comunista Italiano e padre costituente della Repubblica Italiana, per avversari e “compagni” di allora fu il Migliore.

Nato a Genova e morto a Jalta (nell’allora Unione Sovietica, oggi Ucraina) nell’agosto del 1964, gli alti redimenti scolastici gli valsero la «licenza d’onore», che gli permise di saltare l’esame finale di maturità per diplomarsi al Liceo classico «Azuni» di Sassari. Laureatosi in Giurisprudenza all’Università di Torino, strinse amicizia con Antonio Gramsci, che lo avvicinò al socialismo marxista.

Dopo una breve parentesi nel Partito Socialista, nel 1921 insieme a Gramsci, Bordiga e Tasca fondò il Partito Comunista Italiano, che guidò dal 1927 fino alla morte, in qualità di segretario, leader e rappresentante all’interno del Comintern, l’organizzazione internazionale dei partiti comunisti.

Costretto a rifugiarsi in Unione Sovietica per la repressione fascista, fece ritorno in Italia nel 1944 e si fece promotore della storica svolta di Salerno, con cui permise la formazione di un governo di unità nazionale nell’ottica della lotta antifascista. Dopo aver ricoperto le cariche di vice Presidente del Consiglio e di Ministro di Grazia e Giustizia nei governi postbellici, nel 1946 fu eletto all’Assemblea Costituente, partecipando attivamente ai lavori per la Costituzione repubblicana del 1948.

Vittima di un attentato, il 14 luglio 1948, che portò il paese sull’orlo di una guerra civile, sotto la sua guida il PCI divenne il più grande partito comunista del mondo occidentale. Discusso per il suo legame con Mosca, a dispetto dei crimini del regime staliniano e della violenta repressione della rivoluzione ungherese, propose la via istituzionale al socialismo, abbandonando ogni velleità rivoluzionaria.

Legato sentimentalmente a Nilde Iotti, prima donna eletta Presidente della Camera, lasciò una vasta produzione giornalistica e diversi studi sul pensiero di Gramsci e sui rapporti tra Stato e Chiesa.

Roberto Bolle

data di nascita: mercoledì 26 marzo 1975 (46 anni fa)

Roberto Bolle: Primo ballerino italiano contemporaneo, ha danzato nei templi della danza mondiale dal Royal Ballet di Londra al Teatro dell’Opera di Vienna.

Nato a Casale Monferrato, in provincia di Alessandria, a 12 anni viene ammesso alla scuola di ballo dell’Accademia Teatro alla Scala e a notarne il talento è un certo Rudolf Nureyev, che lo scrittura per il ruolo di Tadzio nell’opera “Morte a Venezia”.

Insignito nel 1999 del premio Gino Tani e l’anno seguente del premio Galileo, diventa una star mondiale, recitando al Bolshoi di Mosca (in “Romeo e Giulietta”), al Covent Garden di Londra (ne “La bella addormentata”) e al teatro Mariinskij di San Pietroburgo (ne “Il lago dei cigni”).

Etoile del Teatro alla Scala dal 2003, sei anni dopo viene nominato principal dell’American Ballet Theatre di New York. Ambasciatore di buona volontà per l’UNICEF, dal 2007 realizza spettacoli a sostegno del FAI. Nel 2012 riceve dal presidente Napolitano il titolo di “Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana”, per meriti acquisiti verso il Paese in campo culturale.

Nati… sportivi

Morgan De Sanctis

data di nascita: sabato 26 marzo 1977 (44 anni fa)

Morgan De Sanctis: Nato a Guardiagrele (in provincia di Chieti), è un ex calciatore, di ruolo portiere. Cresciuto nelle giovanili del Pescara, passa poi alla Juventus (dal 1997 al 1999) con cui esordisce in serie A (tre le presenze).
Un’altra società bianconera è, però, il suo effettivo trampolino di lancio: l’Udinese con cui, dal 1999 al 2007, totalizza 194 presenze, subendo 237 reti.

Dopo una breve esperienza all’estero (2007/08 al Siviglia, solo otto presenze, l’anno successivo in Turchia al Galatasaray con 31 presenze), nel 2009 si trasferisce al Napoli, dove nel campionato 2010/11 stabilisce il nuovo primato di imbattibilità casalinga con 799 minuti. Con i partenopei conquista la Coppa italia 2011/12. Dal campionato 2013/14 per tre anni è l’estremo difensore della Roma e del Monaco nella stagione 2016/17.

Con la Nazionale scende in campo a 28 anni, collezionando sei presenze ma partecipando, come secondo portiere, alla fase finale dell’Europeo 2012, dove gli azzurri arrivano secondi.

Lella Lombardi

data di nascita: mercoledì 26 marzo 1941 (80 anni fa)
data morte: martedì 3 marzo 1992 (29 anni fa)

Lella Lombardi: Nata a Frugarolo (in provincia di Alessandria) e morta a Milano nel marzo 1992, è stata una pilota automobilistica italiana, seconda donna a guidare in Formula Uno una monoposto ma l’unica a classificarsi in zona punti.

Con 12 gare detiene anche il primato femminile di Gran Premi disputati (dal 1974 al 1976), staccando Maria Teresa de Filippis, che negli anni Cinquanta si è fermata a 4.

Eventi Sportivi

Treviso Volley è campione d’Europa

domenica 26 marzo 2006 (15 anni fa)

Treviso Volley è campione d’Europa: Nella finale della Champions League 2005-2006, organizzata dalla CEV e giunta alla 47ª edizione, il Treviso ha battuto il Salonicco per 3 a 1, conquistando così il quarto titolo continentale.

Al terzo posto si è piazzata la squadra russa del Lokomotiv Belgorod, che ha sconfitto, nella finalina tutta russa, la Dinamo Mosca per 3 a 1. Il miglior giocatore (MVP) e miglior servizio della Final Four, disputatasi a Roma, è stato Alessandro Fei. Il premio di miglior palleggiatore è stato invece assegnato a Valerio Vermiglio.

Il Mondo degli Animali

Lontra di mare

mercoledì 26 marzo 2014 (7 anni fa)

Lontra di mare: La lontra di mare, nome scientifico Enhydra lutris, è un mammifero marino appartenente alla famiglia dei Mustelidi.

Questo simpatico animale è il più piccolo mammifero marino ma è il più grande della sua specie. Infatti può raggiungere i 45 chilogrammi di peso e i 148 centimetri di lunghezza. Le lontre di mare hanno zampe palmate, orecchie e narici che si chiudono ermeticamente in acqua e coda piuttosto corta. La folta e morbida pelliccia è in grado di trattenere una certa quantità di aria, intrappolandola nel pelame, il che consente all’animale di mantenere l’isolamento termico quando è in acqua.

L’Enhydra lutris vive sulle coste nordamericane e asiatiche dell’Oceano Pacifico. Mangia granchi, ricci di mare, polpi, pesci e calamari. Passa la maggior parte della vita in acqua.

Una curiosità è che le lontre marine sono le uniche della loro famiglia a partorire in acqua: le madri nutrono e accudiscono i loro piccoli mentre galleggiano sulla schiena, e, rapidamente, insegnano loro a nuotare e a procurarsi il cibo.

Sono animali estremamente puliti, infatti, dopo mangiato, si lavano nell’acqua dell’oceano, puliscono il pelo con i denti e con le zampe. Questa attività è essenziale per l’efficienza termoregolatoria della pelliccia. Un altro comportamento singolare delle lontre è che spesso dormono tutte insieme, tenendosi tra loro e legandosi alle alghe marine, in modo da non farsi trascinar via dalla corrente.

Una recente ricerca dell’Università della California di Santa Cruz ha dimostrato che l’ecosistema sottomarino, nelle vicinanze di San Francisco, giova della presenza di questi mammiferi marini. Le lontre mangiano i granchi, che predano gli animaletti “addetti” alla pulizia dell’erba di mare dalle alghe, quindi, nonostante l’inquinamento agricolo, aiutano l’erba marina a prosperare. Numerosi sono i benefici di questo modo di fare, infatti, l’erba marina è un habitat essenziale per i giovani salmoni, le aringhe e i merluzzi. Inoltre questo comportamento svolge un ruolo importantissimo nella protezione della costa dalle grandi onde.

Purtroppo in passato l’uomo ha cacciato questi animali fino a provocarne quasi l’estinzione, oggi gli esemplari rimasti, da 100.000 a 150.000, sono protetti dalla legge.

Scomparsi oggi

Fabrizio Frizzi

data di nascita: mercoledì 5 febbraio 1958 (63 anni fa)
data morte: lunedì 26 marzo 2018 (3 anni fa)

Fabrizio Frizzi: Conduttore tra i più noti del panorama televisivo italiano, con una quasi quarantennale esperienza alle spalle.

Nato a Roma, brucia le tappe della carriera nel mondo dello spettacolo, prima come speaker radiofonico e poi come conduttore in TV, approdando in RAI all’inizio degli anni Ottanta. Lanciato dal regista Michele Guardì con il programma “Europa Europa”, dal 1991 inizia a condurre Scommettiamo che…?, programma che gli dà la notorietà e che mantiene fino al 2001.

L’altra trasmissione cui rimane legato a lungo è Miss Italia, condotta per diciassette edizioni (1988-2002, 2011-2012). Abile anche come doppiatore in film d’animazione (in particolare in quattro capitoli della saga “Toy Story”), si destreggia anche con il canto, cantando con Claudio Baglioni nel disco “Q.P.G.A.”.

Concorrente nel 2005 di Ballando con le stelle, nel 2013 gareggia nel talent Tale e Quale Show, imitando tra gli altri Piero Pelù e Max Gazzè. Colpito da un’ischemia nell’ottobre 2017, muore a Roma il 26 marzo 2018 in seguito a una emorragia cerebrale.

Ludwig van Beethoven

data di nascita: domenica 16 dicembre 1770 (250 anni fa)
data morte: lunedì 26 marzo 1827 (194 anni fa)

Ludwig van Beethoven: Secondo solo a Mozart nella schiera dei più grandi compositori di tutti i tempi, dopo di lui la musica non fu più la stessa.

Nato a Bonn, ad ovest della Germania, e morto a Vienna nel 1827, ebbe un’infanzia assai infelice, per via dell’atteggiamento autoritario del padre che cercò con metodi brutali di sfruttare, per tornaconto personale, le capacità musicali del figlio.

Costretto, giovanissimo, a mantenere la sua famiglia, per via dell’alcolismo del genitore, riuscì ad accreditarsi come organista di corte. Decisivo l’incontro con Franz Joseph Haydn che lo avvicinò ai temi del celebre classicismo viennese e gli organizzò il primo concerto ufficiale all’Hoftheater (29 marzo 1795).

Nonostante i problemi di sordità, nei primi decenni dell’Ottocento scrisse le sue opere più famose, dalla “Terza Sinfonia” alla “Nona Sinfonia in Re minore Op. 125” (che comprende l’Inno alla gioia, adottato come inno ufficiale dell’Unione Europea), anticipando le istanze del “Romanticismo musicale”.

Muore Erminio Macario

26 marzo 1980

Erminio Macario, volto noto del teatro, del cinema e della televisione si spegne a Torino. Con la sua comicità dai tratti surreali, Macario lavora nel corso della sua carriera a oltre cinquanta spettacoli sia musicali che di prosa. Numerose anche le sue partecipazioni a cinema e televisione.

Commenti