Storia di una rinascita: Festa della Mela di Castel del Giudice

0
422

Il 14 ottobre 2018, nel borgo dell’Alto Molise simbolo di rinascita delle aree interne, si celebra il frutto del meleto biologico Melise nato da terreni incolti e si inaugura il Giardino delle Mele Antiche.

Mela gialla, verde, mela rossa e addirittura rosa, ognuna con un profumo e un sapore caratteristico.

Sono le mele biologiche di Castel del Giudice (IS), borgo dell’Alto Molise al confine con l’Abruzzo, divenuto simbolo della rinascita delle aree interne dell’Appennino.

La seconda vita di un Borgo che ha trasformato 40 ettari di terreni abbandonati, nel meleto biologico Melise . L’azienda produttrice, la Melise, è una compartecipata di cui fanno parte cittadini, investitori e amministrazione.

 

Domenica 14 ottobre 2018 si celebra la prima Festa della Mela

Contestualmente verrà inaugurato “il Giardino delle Mele Antiche”, un’oasi naturale in cui sono state piantate circa 50 varietà di mele autoctone, in un’area vicino al meleto bio dell’azienda Melise.

L’inaugurazione sarà alle 10.00, poi si ci sposterà nella sala convegni dell’albergo di Borgotufi  per raccontare le origini dell’iniziativa.

 

 

Oltre al sindaco di Castel del Giudice Lino Gentile,  ricordiamo vincitore del Premio Vassallo 2014,  ci sarà l’agronomo Michele Tanno che con la sua associazione, Arca Sannita, ha recuperato 64 tipologie di mele locali e di tante altre varietà di frutta, impedendone la scomparsa.

Nel Giardino si può osservare, tra le altre, la mela limoncella, citata già nel Medioevo e che somiglia ad un piccolo limone giallo; c’è la mela zitella, dolce, dal colore giallo con sfumature rosa; la mela gelata che presenta al suo interno alcune zone vetrose, come se fosse di ghiaccio appunto; la mela tinella, molto piccola e piatta con la facciata rosa, che cade dall’albero solo dopo che siano cadute le foglie. Nella piazza Giacomo Caldora, sarà allestito il mercato dei produttori artigianali e biologici.

Ci saranno degustazioni di mele ed altre bontà caratteristiche, oltre che  laboratori per preparare ricette con la frutta.

La Bukorosh Balkan Orchestra, band molisana di 9 elementi, farà da sottofondo musicale fino al pomeriggio inoltrato.

Per il soggiorno, c’è l’albergo diffuso Borgotufi con prezzo a partire da 75 euro a camera per 2 persone a notte, con prima colazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here