Volley Serie A2, la GoldenPlast si allena a Tunisi. Cristofaletti applaudito dai tifosi

0
1185

 

La GoldenPlast Potenza Picena è sbarcata ieri a Tunisi dopo il successo per 3-2 conquistato sabato scorso a Brescia nell’anticipo della prima giornata di ritorno della Pool Salvezza. Un risultato importante per i marchigiani, che però ieri sera sono tornati a -4 dal secondo posto dopo il 3-1 corsaro inflitto da Ortona a Cantù nei match domenicali della Serie A2 UnipolSai. Orfani del tecnico Adriano Di Pinto, rimasto in Italia per motivi di famiglia, e del martello Enrico Lazzaretto, non al meglio fisicamente, i giganti biancazzurri stanno affrontando il collegiale nordafricano in preparazione della prossima giornata di campionato, seguiti dai dirigenti accompagnatori Gianluca Bernacchia e Riccardo Ciccarelli.

Domenica mattina i ragazzi si sono allenati in palestra agli ordini del secondo allenatore Luca Martinelli, mentre in serata si è giocato il primo dei due confronti organizzati dai padroni di casa dell’Espérance Sportive Tunis, club appartenente a una prestigiosa polisportiva che gestisce anche una popolare squadra di calcio e un team di pallamano. L’esperienza della tournée servirà a rinforzare lo spirito di gruppo, mentre le sfide offriranno la chance di misurare contro il sestetto locale la forza dei giovani biancazzurri in vista del rush finale della Pool Salvezza. Sabato 18 marzo (ore 20.30) il Volley Potentino ospiterà la Videx Grottazzolina all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche per l’anticipo del secondo turno di ritorno.

Nelle ultime ore i tifosi di Passione Biancazzurra hanno espresso sui social network la propria soddisfazione per le scelte dello staff tecnico alla base del successo in rimonta al PalaSanFilippo di Brescia, come l’innesto di un motivato Mirco Cristofaletti. Proprio lo schiacciatore che si è distinto nel finale di gara replica ai suoi fan con entusiasmo: “Aspettavo da tempo una serata come quella di Brescia – svela -. Ho ben chiaro il mio ruolo e so che devo farmi trovare pronto quando serve. Sono entrato con carattere e grinta, in una gara spigolosa con rivali impegnativi. Una delle difficoltà per tutti noi era adattarci al gioco bresciano visto che avevamo studiato Tartaglione, ma abbiamo trovato a sorpresa Rodella. In settimana ci eravamo detti che dovevamo prendere i 3 punti, ma per come si è messa la gara è stata una bella impresa vincere in rimonta al tie break. Ora vogliamo disputare una partita di altro profilo in casa nel derby con la Videx, mentre la parentesi tunisina si rivelerà utile anche dal punto di vista mentale e tecnico. Ci alleniamo senza sentire la pressione in attesa di metterci alla prova con avversari inediti”.