sabato, Marzo 2, 2024

Sciare sotto il sole in Carinzia – Comodi, caldi, felici e… serviti e riveriti!

La Carinzia è una terra baciata dal sole, non solo d’estate, ma anche d’inverno.
I suoi 23 comprensori sciistici, oltre ad offrire una grandissima varietà di piste e di paesaggi, garantiscono tanto sole e tante belle giornate terse da metà marzo fino alla fine della stagione invernale.
Le zone sciistiche della Carinzia, infatti, d’inverno registrano circa 100 ore di sole in più rispetto a qualsiasi altra destinazione sul versante nord della catena alpina.
Per chi non scia o per una pausa dalle piste, sono moltissime le terrazze soleggiate delle baite e dei rifugi in quota o i luoghi con vista panoramica in cui sedersi per prendere la tintarella e rigenerarsi con il calore del sole.
Nel comprensorio sciistico di Nassfeld/Pramollo, la più grande terrazza al sole delle Alpi, presso i vari rifugi per sciatori, i temi variano dall’atmosfera caraibica con tanto di palme e bevande con frutta esotica.
Nel comprensorio di Bad Kleinkirchheim, invece, esistono addirittura degli spazi dotati di sdraio che vengono identificati e riconosciuti come “rifornitori di sole”. Quello dei “rifornitori di sole” è un progetto che coinvolgerà, probabilmente nella stagione 24/25, tutti i comprensori sciistici della Carinzia e che prevederà anche delle colonnine in cui ricaricare i cellulari tramite l’energia solare. 

Sci ai piedi e sole in faccia


Per le piste particolarmente soleggiate sul versante sud delle Alpi Austriache, la Carinzia è sempre più apprezzata come destinazione per gli sport invernali, soprattutto dalle famiglie.
Lontani dal turismo di massa, i comprensori sciistici TOP della Carinzia offrono condizioni ideali per trascorrere una riposante vacanza invernale dentro e fuori dalle piste. Sicurezzacomfort e ottimo innevamento sono obiettivi primari per i gestori degli impianti di risalita. Funivie comode e moderne, anche con sedili riscaldati come a Nassfeld/Pramollo o all’Alpe Gerlitzen, discese impegnative sul Turrach e sul Katschberg, le zone sciistiche più alte della Carinzia, ovvero quella del ghiacciaio della Mölltal/Ankogel e il comprensorio del Grossglockner/Heiligenblut in mezzo all’ambiente alpino dei 3000 metri, garantiscono il divertimento sugli sci fino a primavera inoltrata. Con piste facili e tranquille, le piccole zone sciistiche carinziane della valle Lavanttal e dei monti Nockberge sono l’ideale per le famiglie.

Maggiordomi delle piste


Avete mai pensato di bere un bicchiere di prosecco in mezzo alle piste? Ebbene, in Carinzia si può! Il maggiordomo delle piste nel comprensorio sciistico Turracher Höhe realizza ogni desiderio e non solo quello del bicchiere di prosecco: ai nasi gocciolanti viene consegnato un fazzoletto, ai volti arrossati una crema solare e ai golosi cioccolatini o un gelato. Grazie alle attenzioni del maggiordomo delle piste, i momenti trascorsi sugli sci sono senza dubbio più piacevoli e spensierati per gli ospiti di tutte le età, che possono così rilassarsi e godersi la neve perfettamente preparata.

TOPSKIPass


“Uno per tutti” è il motto del TOPSKIPass della Carinzia. Una chiave universale che apre le porte di 30 zone sciistiche in Carinzia e nel Tirolo orientale. Oltre a questo ci sono anche gli skipass locali che comprendono vari interessanti servizi all-inclusive, come ad esempio le settimane Ski-Wellness a Bad Kleinkirchheim, “Ski for free” a Weissbriach o il pacchetto “Winter-Paket” del monte Goldeck, molto apprezzato dalle famiglie, che offre ai bambini fino a 14 anni uno skipass gratuito.

Panorami soleggiati sulla natura: sci alpinismo sul Nockberge Trail


Un’interessante novità è il trekking scialpinistico sul Nockberge Trail, che collega tra loro le cinque zone sciistiche Katschberg, Innerkrems, Turrach, Falkert e Bad Kleinkirchheim/St. Oswald. È perfetto per scialpinisti tranquilli con buona esperienza e allenamento, ma che non desiderano affrontare passaggi alpinistici. Per ogni tappa si devono pianificare fino a sei ore di cammino. La presenza di alcuni skilift e seggiovie consente di risparmiare diversi metri di dislivello per ciascuna tappa. Il Nockberge Trail è il primo trail scialpinistico austriaco prenotabile online. Si può partire quando, come, dove e con chi si vuole: lungo il Nockberge-Trail si trovano strutture alberghiere convenzionate, un comodo servizio trasporto bagagli e navetta, e un servizio assistenza telefonica per il trail. Una particolarità del Nockberge Trail rispetto ad altri itinerari scialpinistici di più giorni: non si pernotta in camerate, ma in alberghi (wellness) d’alto livello con l’eccellente cucina dell’Alpe Adria.

Wellness invernale baciato dal sole

Il wellness e gli sport invernali sono un abbinamento perfetto, anche quando il sole riscalda intensamente le verande e le vetrate delle saune nelle case dei bagni in riva ai laghi Millstätter See, Klopeiner See e Wörthersee. All’aperto, in costume da bagno si può godere il sole invernale nell’acqua calda delle Terme di Warmbad Villach, oppure nei due complessi termali di Bad Kleinkirchheim (St. Kathrein e Römerbad), per non parlare delle piscine riscaldate di alcuni hotel sui laghi Millstätter See, Wörthersee e Turracher See.
Molto interessante l’offerta del biglietto combinato Ski & Therme per 2, 3 o 4 giorni, che prevede divertimento sugli sci sulla Gerlitzen Alpe e l’ingresso giornaliero FUN alle KärntenTherme di Warmabad Villach senza prenotazione.

Winter Kärnten Card


Anche quest’inverno è disponibile la Winter Kärnten Card, un compagno di viaggio prezioso per ogni esperienza: dalle tranquille escursioni con le ciaspole nella meravigliosa natura della Carinzia alle risalite alla scoperta delle montagne ammantate di neve. Panorami mozzafiato dalla torre Pyramidenkogel, l’offerta culturale dei musei carinziani, diverse funivie e tanto altro completano l’offerta della Winter Kärnten Card.

Sowmya Sofia Riccaboni
Sowmya Sofia Riccaboni
Blogger, giornalista scalza (senza tesserino), mamma di 3 figli. Guarda il mondo con i cinque sensi, trascura spesso la forma per dare sensazioni di realtà e di poter toccare le parole. Direttrice Editoriale dal 2009. Laureata in Scienze della Formazione.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles