venerdì, Giugno 21, 2024

Sanders boicotterà il discorso di Netanyahu al Congresso

Il senatore del Vermont Bernie Sanders ha detto che boicotterà il discorso al Congresso del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. I commenti di Sanders si aggiungono a quelli di un gruppo di democratici che hanno già detto che salteranno il discorso. Le dichiarazioni di Sanders arrivano dopo che lo speaker della Camera Mike Johnson ha annunciato che presto inviterà Netanyahu al Congresso. “Stasera, sono felice di annunciarvi qualcos’altro: che presto ospiteremo il Primo Ministro Netanyahu in Campidoglio per una sessione congiunta del Congresso”, ha detto Johnson. “Sarà una dimostrazione opportuna e, credo, molto forte di sostegno al governo israeliano nel momento di maggior bisogno”, ha aggiunto.

Bernie Sanders boicotterà il discorso di Netanyahu

Dopo che lo speaker della Camera Mike Johnson ha annunciato che potrebbe invitare il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu per tenere un discorso al Congresso, il senatore Bernie Sanders ha detto che boicotterà il discorso. Sanders si è unito alla crescente resistenza dei democratici contro il tentativo di Johnson di invitare Netanyahu al Congresso. “Guardate, avete un primo ministro che ha creato il peggior disastro umanitario della storia moderna”, ha detto Sanders a Kaitlan Collins della CNN in un’intervista. “Israele, ovviamente, aveva il diritto di difendersi dall’attacco terroristico di Hamas, ma ciò che Netanyahu ha fatto è entrare in guerra contro – una guerra totale – contro l’intero popolo palestinese, donne e bambini”, ha aggiunto. “Il 5% della popolazione è ora morta o ferita. Il 60% di loro sono donne e bambini. Circa 200.000 unità abitative sono state completamente distrutte. Ogni università di Gaza è stata bombardata. Ora c’è una fame imminente in atto”, ha continuato. “Quindi il motivo per cui dovresti invitare qualcuno che ha fatto cose così orribili al popolo palestinese è qualcosa che penso sia una pessima idea”, ha concluso.

I progressisti si sono schierati contro diverse politiche dell’amministrazione Biden su Israele e Gaza. L’amministrazione Biden ha costantemente esercitato pressioni su Israele affinché rallentasse la sua avanzata militare a Gaza, citando le massicce vittime civili e la crisi umanitaria nella regione. Ma, allo stesso tempo, ha sempre sottolineato che Israele ha il diritto di difendersi. Il leader della maggioranza al Senato, il democritico Chuck Schumer, ha detto di essere disponibile a estendere un invito a Netanyahu.


Leggi anche: La Casa Bianca condanna le proteste filo-palestinesi alla Columbia University  

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Latest Articles