venerdì, Maggio 24, 2024

Macedonia del Nord: al via le elezioni presidenziali

Al via le elezioni presidenziali in Macedonia del Nord.  Il dibattito tra i candidati è stato dominato dall’adesione all’UE e all’equilibrio dell’attuale governo, ma i candidati hanno anche cercato di sostenere l’attrazione degli investimenti e la creazione dei posti di lavoro per i giovani.

Macedonia del Nord: oggi le elezioni presidenziali

Oggi, 24 aprile, in Macedonia del Nord si terranno le elezioni presidenziali. In lizza ci sono sette candidati. Le figure principali sono rappresentanti del partito al governo dei socialdemocratici (SDSM) e del partito conservatore di opposizione VMRO-DPMNE.  Queste elezioni sono viste come un barometro dell’opinione pubblica sull’integrazione europea e dovrebbero esprimere il malcontento nei confronti delle politiche dell’attuale governo di coalizione formato dall’SDSM e dall’Unione Democratica per l’Integrazione (DUI) di origine albanese.

Le sfide principali per la Macedonia del Nord sono la crisi economica: il Paese sta affrontando un’inflazione a due cifre e una notevole emigrazione di giovani, soprattutto verso paesi come Croazia e Slovenia, che aggrava la mancanza di lavoratori; la governance messa in discussione: l’alleanza dell’SDSM con la DUI è stata criticata per la sua inefficacia e per aver dato una priorità sproporzionata agli interessi albanesi, emarginando quelli macedoni; le concessioni internazionali: dal 2017, il governo ha fatto concessioni significative, come cambiare il nome del paese in “Macedonia del Nord” per compiacere la Grecia e promuovere l’adesione alla NATO e all’UE. Sebbene l’adesione alla NATO sia stata ottenuta nel 2020, le richieste della Bulgaria hanno bloccato l’avvio dei negoziati di adesione all’UE.


Leggi anche: Elezioni in Macedonia del Nord – Vincono i socialdemocratici pro-UE

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Latest Articles