venerdì, Maggio 24, 2024

Intelligenza artificiale, AI Pin viene massacrato dalla critica

(Adnkronos) – L'introduzione di Humane AI Pin sul mercato statunitense sembra destinata a entrare nella storia della tecnologia moderna come uno dei lanci di prodotto più criticati, se non il peggiore in assoluto. Humane, l'azienda fondata da ex dirigenti e designer di Apple, ha presentato per la prima volta nel 2023 questo dispositivo indossabile senza schermo, alimentato da intelligenza artificiale generativa, suscitando grandi aspettative al punto da farlo indossare a modelli sulle passerelle della Paris Fashion Week. Tuttavia, quando i giornalisti americani hanno potuto mettere le mani sul prodotto, la promessa di un nuovo assistente digitale che avrebbe rese superfluo l'uso dello smartphone si è infranta contro la realtà. Tra i numerosi detrattori David Pierce, nella recensione di The Verge, che ha dichiarato che assolutamente nessuno dovrebbe acquistarlo. Lo youtuber Marques Brownlee ha etichettato l'AI Pin come "Il peggior prodotto che abbia mai recensito fino a oggi". Engadget lo ha descritto come "la soluzione a nessuno dei problemi tecnologici", mentre il Washington Post lo ha definito "un promettente disastro di cui non c'è bisogno".  Problemi di surriscaldamento, latenza e molte funzionalità mancanti sono solo alcune delle lamentele espresse per questo dispositivo, il cui prezzo è di 699 dollari più una sottoscrizione mensile di 24 dollari. Nonostante Humane AI sostenga che il dispositivo migliorerà nel tempo, emergono dubbi sulla reale fattibilità di questa promessa, soprattutto considerando che l'azienda ha licenziato il 4% dei suoi dipendenti pochi mesi prima del lancio. AI Pin è al momento disponibile solo negli Stati Uniti, e non è stata annunciata una data di uscita in Europa. —[email protected] (Web Info)

Sowmya Sofia Riccaboni
Sowmya Sofia Riccaboni
Blogger, giornalista scalza (senza tesserino), mamma di 3 figli. Guarda il mondo con i cinque sensi, trascura spesso la forma per dare sensazioni di realtà e di poter toccare le parole. Direttrice Editoriale dal 2009. Laureata in Scienze della Formazione.

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Latest Articles