sabato, Aprile 20, 2024

Biden: Israele deve presentare un rapporto sul diritto internazionale

Il presidente americano Joe Biden a Israele 45 giorni per presentare un rapporto sulle violazioni del diritto internazionale o perderà gli aiuti militari. La tempistica del memorandum coincide con la conferenza stampa non programmata del presidente Biden in cui ha risposto alle domande dei giornalisti sulla guerra Israele-Hamas, affermando che la risposta di Israele è “esagerata”. 

Biden: Israele deve presentare un rapporto sulla guerra a Gaza

Il presidente americano Joe Biden ha emesso un memorandum chiedendo ai paesi che ricevono finanziamenti militari dagli USA di dimostrate che stanno seguendo le leggi internazionali in materia umanitaria e sui diritti umani.  Il memorandum richiede agli Stati che ricevono aiuti militari di fornire ogni anno fiscale al Dipartimento di Stato e al Congresso rapporti approfonditi con i dettagli di eventuali presunte violazioni della legge, spiegazioni per le azioni militari in questione e il processo intrapreso per valutare la legalità nel prendere tali decisioni.  Per i paesi attivamente coinvolti in conflitti armati, il memorandum richiede che la prima valutazione venga presentata entro 45 giorni dall’8 febbraio. Se non verrà ricevuta entro tale lasso di tempo, il trasferimento di articoli e servizi per la difesa sarà sospeso fino a quando “non saranno ottenute le garanzie necessarie”.

“Al fine di attuare efficacemente determinati obblighi previsti dalla legge degli USA, gli USA devono mantenere un’adeguata comprensione dell’adesione dei partner stranieri al diritto internazionale, incluso, se applicabile, il diritto internazionale sui diritti umani e il diritto internazionale umanitario”, si legge nel memorandum. Se le segnalazioni di violazioni vengono ritenute credibili, gli articoli o i servizi di difesa potrebbero essere sospesi.  Secondo il memorandum, “come questione di diritto internazionale, gli Stati Uniti guardano alla legge sulla responsabilità statale e al rispetto da parte dei partner degli USA del diritto umanitario internazionale nel valutare la legalità dell’assistenza militare degli USA e delle operazioni congiunte con i partener militari”.

Le dichiarazioni della Casa Bianca

La portavoce della Casa Bianca Karine Jean-Pierre ha affermato che il memorandum è emerso dopo gli incontri con il Congresso.  “Voglio essere chiara: non ci sono nuovi standard in questo memorandum, non stiamo imponendo nuovi standard per gli aiuti militari, questo non è quello che c’è in questo memorandum”, ha detto Jean-Pierre. “Invece stiamo enunciando pubblicamente gli standard esistenti del diritto internazionale, compreso il diritto dei conflitti armati“, ha aggiunto.

La novità, ha spiegato Jean-Pierre, è la relazione annuale che sarà consegnata al Congresso.  Jean-Pierre ha affermato che ciò è in linea con le conversazioni che la Casa Bianca ha avuto con i membri del Congresso mentre cercano di lavorare insieme in un modo che abbia senso e faccia avanzare la palla. “Si tratta di cose che già esistono e che ora vengono messe per iscritto. La Casa Bianca ha informato Israele di questo promemoria e ha ribadito la propria disponibilità a fornire questo tipo di garanzie”, ha detto Jean-Pierre. 


Leggi anche: Biden a Israele: “Risposta esagerata a Gaza”. Nessun sostegno su operazione a Rafah

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Latest Articles