Zodiac Killer: FBI afferma che il caso è ancora aperto

0
811
Zodiac Killer:

Un gruppo di specialisti, chiamato Case Breakers, hanno affermato che di aver scoperto l’identità di Zodiac Killer, uno serial killer più temuti d’America. Tuttavia l’FBI afferma che il caso di Zodiac Killer è ancora aperto e la polizia sfata diverse teorie del team.

Zodiac Killer: il caso è ancora aperto?

L’FBI ha affermato che il caso Zodiac Killer à ancora aperto nonostante le affermazioni di un gruppo di specialisti secondo cui credono di aver identificato l’assassino. “Il caso Zodiac Killer rimane aperto. Non abbiamo nuove informazioni da condividere“, ha dichiarato giovedì a The Hill l’ufficio dell’FBI di San Francisco. “In questo momento non stiamo identificando potenziali sospetti per questa indagine aperta”, ha detto Adam Lobsinger, un portavoce del dipartimento di polizia di San Francisco.

Scoperta l’identità del serial killer?

Zodiac è uno dei serial killer più temuti d’America. Per 50 anni gli investigatori non sono mai riusciti ad individuare il suo volto. Ora, un gruppo di specialisti composto da 40 ex investigatori, giornalisti e membri dell’Intelligence militare, chiamati Case Breakers, hanno detto, a Fox News, di aver scoperto la sua identità. Si tratterebbe di Gary Francis Poste, un ex veterano dell’aereonautica statunitense morto nel 2018. Il team ha evidenziato nuove prove forensi, in particolare delle foto della camera oscura di Poste. Secondo il team, l’uomo presentava una cicatrice sulla fronte che corrisponde a quella su uno schizzo di Zodiac. Inoltre, sempre secondo gli investigatori, c’è anche un’altra importante coincidenza tra il serial killer e Poste. Infatti nelle lettere-rompicapo inviate in passato da Zodiac al San Francisco Chronicle, risultano sempre omesse proprio le lettere che formano nome e cognome di Poste.

La polizia smentisce alcune teorie del team

Il gruppo ha anche spinto una teoria ora sfatata secondo cui Zodiac Killer era responsabile della morte di Cheri Jo Bates, un’adolescente trovata morta due anni dopo gli omicidi di Zodiac. “C’è una possibilità che il sospettato di Case Breakers abbia ucciso Cheri Jo Bates? No“, ha dichiarato al San Francisco Chronicle l’agente di polizia di Riverside Ryan Railsback. “Se leggi quello che hanno detto i Case Breaker, sono tutte prove circostanziali. Non è molto”. Railsback ha detto al Chronicle che, insieme all’FBI, il dipartimento aveva lavorato per sfatare le teorie che sostenevano che Bates fosse stato ucciso dall’assassino di Zodiac e che da agosto le autorità stavano offrendo una ricompensa in denaro a chiunque avesse informazioni sull’assassino di Bates.

Il Chronicle ha anche parlato con un esperto che ha lavorato con i funzionari dell’FBI per decifrare un codice sullo Zodiac a dicembre e ha affermato che era improbabile che l’anagramma decodificato dal gruppo di specialisti si riferisse a Poste perché gli anagrammi sono contorti e potrebbero includere una varietà di nomi.


Leggi anche: Zodiac Killer: detective dilettanti decifrano uno dei suoi codici