Zelensky teme un colpo di Stato in Ucraina

0
642
Zelensky teme un colpo di Stato in Ucraina

Il presidente Volodymyr Zelensky teme un possibile colpo di Stato in Ucraina. Zelensky ha riferito che diverse agenzie di Intelligence hanno affermato che il golpe potrebbe avvenire tra il primo e il 2 dicembre. Il presidente ucraino ha puntato il dito contro Mosca, la quale però nega ogni coinvolgimento.

Zelensky teme un colpo di Stato in Ucraina?

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato di aver ricevuto informazioni sui preparativi per un colpo di Stato la prossima settimana. Zelensky, in una conferenza stampa, ha dichiarato che il golpe potrebbe accadere tra il primo e il 2 dicembre. “Ho ricevuto dalle agenzie di Intelligence di altri paesi su un colpo di Stato che potrebbe avere luogo nel nostro paese il primo dicembre. O tra il primo e il 2 dicembre. È un’informazione interessante e anche importante”, ha detto il presidente ucraino.

Secondo quanto riferito, le autorità hanno ottenuto registrazioni audio dei presunti cospiratori. Il piano coinvolgerebbe diverse persone di nazionalità russa e ucraina. Tra questi vi sarebbe anche Rinat Akhmetov, l’uomo più ricco del paese. Akhmetov, un magnate del carbone e dell’acciaio, ha avuto numerosi scontri con Zelensky dopo che la sua amministrazione ha lanciato una campagna di de-oligarizzazione nel tentativo di ridurre il potere politico delle persone più ricche del paese. “Abbiamo informazioni da agenti e anche informazioni audio su una discussione, per così dire, tra i rappresentanti ucraini con i rappresentanti russi sulla partecipazione di Rinat Akhmetov a un colpo di Stato in Ucraina e un’assegnazione di un miliardo di dollari“, ha affermato Zelensky. Tuttavia il presidente ucraino ha sottolineato che, secondo lui, Akhmetov “è stato incastrato“.

Kiev accusa Mosca

Zelensky ha poi puntato il dito contro Mosca. “Credo che questa sia un’operazione volta ad attirare Akhmetov in una guerra contro lo Stato ucraino, che sarebbe un grande errore, poiché non si può combattere il proprio popolo e il presidente eletto dal popolo dell’Ucraina”, ha detto Zelensky. Il presidente ha inoltre affermato che l’Ucraina è pronta ad affrontare una escalation nel suo conflitto con Mosca. Non si è fatta attendere la risposta della Russia. Secondo quanto riportato dall’agenzia TASS, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che la Russia non ha mai avuto intenzione di partecipare in quello che Volodymyr Zelensky sostiene essere un colpo di Stato in Ucraina.


Leggi anche: USA considerano invio di nuove armi in Ucraina