Zelensky sospende la cittadinanza a 13 sacerdoti filorussi

0
174
Zelensky sospende la cittadinanza a 13 sacerdoti filorussi

Il presiedete ucraino Volodymyr Zelensky sospende la cittadinanza a 13 sacerdoti che, secondo le indagini, sono filorussi. Dura la replica di Mosca: “Si tratta di satanismo”.

Zelensky sospende la cittadinanza a 13 sacerdoti

Il presiedete ucraino Volodymyr Zelensky ha sospeso la cittadinanza a 13 sacerdoti della Chiesa ortodossa ucraina del Patriarcato di Mosca. A riferirlo è l’agenzia stampa Unian che cita il decreto firmato da Zelensky che però non è stato pubblicato perché contiene informazioni personali. I media ucraini hanno anche riportato che l’Intelligence ucraina ha condotto perquisizioni in alcune chiese a seguito delle quali sarebbero stati trovati sacerdoti con passaporti russi, contanti, materiale propagandistico russo e molto altro. 

La risposta della Russia

Non si è fatta attendere la reazione di Mosca. Secondo quanto riportato dall’agenzia russa Ria Novosti, la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakhrova, ha affermato che la decisione del presidente ucraino Zelensky di sospendere la cittadinanza ai sacerdoti russi equivale a “satanismo”.


Leggi anche: Russia: Putin dispiega una nave da guerra armata di missili ipersonici